'Il protocollo sanitario va cambiato', dubbi sulla ripresa degli allenamenti e del Campionato di A


di FRANCESCO LOIACONO - C’è incertezza sulla ripresa degli allenamenti in Serie A. Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha dichiarato che il protocollo sanitario che la Federazione Medici Sportivi d’intesa con la Federcalcio ha presentato al Governo va ritoccato. Non offrirebbe le garanzie di sicurezza necessarie per riprendere gli allenamenti il 18 Maggio come vorrebbero la Federcalcio e il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte. La Federcalcio dovrà trovare un punto d’intesa con Spadafora per farsi suggerire un nuovo protocollo sanitario e rispettare le indicazioni dello stesso Spadafora. Questo pone dei dubbi sulla ripresa del torneo di Serie A dopo la sospensione decisa a Marzo in seguito al Covid-19.

La ripresa degli allenamenti potrebbe slittare al 25 Maggio e questo renderebbe tutto più difficile. Il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina ha dichiarato: ”La Federcalcio lavora per fare ripartire il calcio in sicurezza. Dialogheremo con il Governo e ripartiremo solo quando le istituzioni ci diranno che è possibile farlo. Lo sport Italiano sarebbe danneggiato dallo stop definitivo della Serie A. Siamo pronti a cambiare il protocollo sanitario se sarà necessario e siamo convinti che una volta migliorato il protocollo, gli allenamenti potranno riprendere il 18 Maggio”.

Il Consiglio Federale si svolgerà l’8 Maggio per definire in modo definitivo la questione. Gravina ha detto anche: ”Il momento è delicato, non dobbiamo fare polemiche ma lavorare insieme con Spadafora e il Governo per fare ripartire presto il Campionato di Serie A”. I calciatori si alleneranno in modo individuale dal 4 Maggio, in attesa dell’eventuale ripresa del 18. Cristiano Ronaldo della Juve andrà a correre probabilmente dal 4 Maggio al Parco Valentino di Torino, Immobile della Lazio e Dzeko della Roma forse dallo stesso giorno correranno a Villa Borghese a Roma.

0 commenti:

Posta un commento