Chef in Green riparte al Golf dei Laghi il 5 e 6 luglio


La splendida cornice intorno alla Club House, una selva di ortensie dagli affascinanti colori e un percorso ben tenuto, permettono lo svolgimento della lezione che lunedì 6 luglio mattina il maestro di golf del circolo impartirà ai neofiti chef, sommelier ed amici presenti.

Sarà inoltre il palcoscenico della cena che sei chef metteranno a punto in collaborazione con la cucina del Ristorante del Golf.
Sono iscritti già 25 tra chef e sommelier a questo appuntamento, Chef provenienti da cucine di tutta l’alta Italia che si incontreranno sui green in un pomeriggio soleggiato e ricco di emozioni per tutti i partecipanti.
Dopo la lezione del mattino ed un ottimo risotto Chicchi d’Estate della chef Monica Ruspa dell'Allegra Cucina di Novara, i giocatori ed i loro neofiti compagni, che vestono i panni sportivi, partiranno per un percorso a coppie su 9 buche.
La semplificata formula fa sì che il giocatore golfista proceda con i colpi sino al green e che qui intervenga il neofita cercando di dare il meglio per mettere la pallina in buca, nel minor numero di colpi possibili.
Al rientro l’aperitivo e le premiazioni, sempre all’aperto per gustare tutta la bellezza del verde e delle aiole fiorite, e così potranno degustare ed apprezzare quanto i partner hanno posto sui corner in visione e, per i premiati, nelle loro confezioni per i migliori giocatori e coppie.
La sera proseguirà in grande stile con un’esclusiva "Gourmet Dinner" firmata a 12 mani sul prato. Un’apertura con un una spuma di olivello Spinoso e croccantino alla lavanda accompagnato da bollicine e poi si passa a tavola con gli antipasti.
Per gli antipasti si sono messi ai fuochi gli chef: Roberto Dante Vincenzi, Elvio Beretta e Il giovane Xhemalaj Xheni appena arrivato in cucina al ristorante del Golf, lui cucinerà anche il secondo, mentre Marco Dossi e il suo team di LoeveintheKitchen di Varese ci farà un risotto.
I dessert in tavola saranno due, uno a base di cioccolato e olio di Luca Pizzoccheri, di Table Tales e uno di Monica Ruspa che proporrà il riso Baldo stagionato in una ricetta della nonna.
In tavola oltre ai vini accompagna Stille e Bolle dalla Fonte di Santa Barbara e Dei Pini, acqua leggera, sicura che sgorga dal Monte Pigna a 1416 mt. In un aambiente incontaminato.
A presentare gli chef ed i piatti, come sempre Roberta Candus, ideatrice e guida della manifestazione, direttore di Golf & Gusto ed esperta del mondo della ristorazione e del turismo.
Sono due giornate, la prima di domenica che è una classica gara di golf, la seconda che proporrà banchi d’assaggio e informazione sui prodotti che si potranno apprezzare, come il formaggio Montebore, di produzione di Cascina Boschetto, con 65% vaccino, il 30% ovino e saltuariamente il 5% di capra. Quello fatto a forma di torta nuziale, antico prodotto, visto che se ne parla già XII Secolo quando era stato inviato in omaggio da un benestante di Tortona ad un alto prelato. La raffinatezza del prodotto sembra già consolidata nel 1489, quando fu l'unico formaggio servito al banchetto nuziale di Isabella D’Aragona e Gian Galeazzo Sforza.
Questo per seguire la filosofia che da moltissimi anni anima il direttore di Golf&Gusto, di portare cultura del buon cibo sui percorsi di golf.
Saranno in assaggio anche, durante le giornate, i vini di L’Autin, che raccontano il loro territorio, con la cantina in Barge (CN), espressione della generosa terra che regala la Pietra di Luserna o un’acqua minerale purissima e con vigne sulle cave di quarzite a 1200 mt. e affinamento in cave di talco.
Agri Berroni di Racconigi (CN) che propone gelato e dolci, frutto della passione di giovani motivati, con un’eccellente equilibrio tra tradizione e modernità. Le materie prime sono quelle della storia e del territorio, provenienti principalmente dalla loro azienda agricola o da produzioni di prossimità altamente qualificate ed attentamente selezionate.
Un diverso modo di interpretare una giornata di golf, da due punti di vista diversi, quelli del giocatore e quello dello chef che, normalmente passa le sue giornate all’interno della cucina in mezzo alla brigata. In questo caso farà la conoscenza di possibili clienti e rivedrà amici e farà nuove conoscenze in un ambiente verde e rilassante con prodotti che magari non conosce.

0 commenti:

Posta un commento