Calcio. Gagliardini: "Chiedo scusa per il mio imperdonabile errore"

Roberto Gagliardini ha disputato un ottimo Europeo fino al momento di quell'espulsione che ha costretto gli azzurrini a giocare in 10 contro 11 la semifinale con la Spagna. Sotto di un gol, l'Under 21 di Gigi Di Biagio era anche riuscita a rimontare con Bernardeschi, ma poi è crollata per la stanchezza sotto i colpi di Saul e il centrocampista dell'Inter non riesce a perdonarsi quell'intervento che gli è costato il secondo giallo e quindi il rosso.

"È difficile trovare le parole giuste, le ho pensate a lungo, probabilmente non esistono, allora ho scelto le più sincere possibili" ha dichiarato Roberto Gagliardini. "Chiedo scusa, anche se non può bastare a giustificare 2 anni di duro lavoro, di sacrifici da parte di tutti coloro che ci hanno accompagnato in questa esperienza unica. Chiedo scusa per il mio imperdonabile errore, che mi ha costretto a vedere i miei compagni lottare fino all'ultimo secondo in inferiorità numerica. E' stato straziante, frustrante. Purtroppo il calcio è anche questo. La sconfitta in semifinale non cancella quanto di buono fatto e, dopo le scuse, restano i 'grazie'. Grazie a tutti coloro che hanno reso questo Europeo unico, grazie ai magazzinieri, allo staff medico, grazie al mister e allo staff tecnico. Grazie a chi ha tifato per noi. Sono orgoglioso di aver fatto parte di questa squadra, e sono semplicemente orgoglioso di essere italiano".

0 commenti:

Posta un commento