Paralimpiadi invernali: un bronzo per l'Italia nello sci alpino

Partite le Paralimpiadi invernali in Corea del Sud ed è subito bronzo per l’Italia: nello sci alpino l’ipovedente Giacomo Bertagnolli e la sua guida Fabrizio Casal si sono piazzati al terzo posto (1’26”46) tra i Visually Impaired nella discesa libera, prima gara della Paralimpiade sulle nevi di Jeongseon. L’oro se l’è aggiudicato il tandem canadese composto da Mac Marcoux e Jack Leitch (1’23”93), mentre l’argento è andato agli slovacchi Jakub Krako e Branislav Brozman (1’25”35).

"Meglio di così non poteva andare" ha dichiarato a fine gara Giacomo Bertagnolli "sapevamo che potevamo fare bene ma non speravamo in un risultato così importante. In prova eravamo stati i più veloci, ma sapevamo che gli altri si erano nascosti".

"È stato bellissimo per noi, ma anche per tutti quelli che ci hanno supportato, dalla Federazione ai nostri allenatori Davide Gros, Manuele Lambiase ed Elena Ricaldone che ci hanno fatto arrivare pronti a questo grande appuntamento, senza dimenticare il nostro skiman Egon Griot, che in partenza ci ha detto che dovevamo soltanto divertirci in pista" ha dichiarato invece Fabrizio Casal.

"Otto anni dopo, l’Italia torna così sul podio di una Paralimpiade. Sono emozionato perché un inizio così lo avevamo solo sognato" ha dichiarato il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli "Giacomo e Fabrizio hanno dimostrato grande maturità nel gestire la pressione e oggi ci hanno regalato una medaglia che aspettavamo da tanto. Sono certo che questo risultato rappresenti il viatico migliore per affrontare le altre gare, a cominciare dal Super G di domani: siamo solo all'inizio di questa avventura". 

0 commenti:

Posta un commento