F1. Tronchetti Provera: "La Ferrari ha dimostrato di essere competitiva: il campionato non è chiuso"

"C'è una cosa da sottolineare, la Ferrari ha dimostrato di essere competitiva. Purtroppo c'è stato un errore evidentemente importante ai fini del campionato, ma con una macchina così competitiva il campionato non è chiuso" ha dichiarato l'amministratore delegato della Pirelli, Marco Tronchetti Provera, dopo il Gp di Germania vinto in rimonta da Lewis Hamilton in seguito all'uscita di pista di Sebastian Vettel mentre si trovava al comando.

"Certi errori purtroppo capitano, sono capitati anche a Hamilton in passato, ma sarà un campionato avvincente e le prossime gare vedranno una bella sfida soprattutto tra Mercedes e Ferrari. Anche la Red Bull ha ripreso passo, le ultime gare sono state molto affascinanti. Sarà una bella battaglia, con macchine separate da pochi decimi di secondo. Abbiamo visto sorpassi, errori, ma anche magnifiche rimonte, quello che ha fatto Hamilton ha dello straordinario. E' da campione. Con la nuova proprietà americana del circus, i rapporti sono ottimi, di collaborazione. Lavoriamo per creare ancora più spettacolo, a Monza creeremo una serie eventi per maggiore pubblicità, quello che conta è lo spettacolo in pista, attraverso il regolamento vogliamo far sì che siano più facili i sorpassi e che emerga la capacità dei piloti, perché la gente vuole vedere i campioni. I nostri lavorano per continuare a migliorare, il vero giudice del miglioramento sono i piloti, che hanno dato tutti giudizi estremamente positivi: per noi tutti è una bella soddisfazione che un'azienda italiana riesca a far valere il proprio valore nel mondo. Al momento le condizioni per proseguire a fornire il Mondiale di Formula 1 ci sono. E' partita una gara, noi parteciperemo, se le condizioni economiche saranno ragionevoli andremo fino in fondo.
L'esclusività? La prevede il nuovo contratto, lavoriamo su quella, per noi non è un tema quello della competizione, abbiamo 1.200 gare e siamo in competizione con tutti, è una cosa che ci stimola. Si va verso la monofornitura per evitare grossi differenziali tra un team e l'altro".

0 commenti:

Posta un commento