Malagò: "Con quattro righe nella Finanziaria, il governo ha ucciso il Coni"

ROMA - "Dalla mattina alla sera, con quattro righe nella Finanziaria, è stato ucciso il Comitato olimpico italiano" ha dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malagò in occasione della presentazione del progetto 'Coni Ragazzi' al Foro Italico.

"Da tutte le parti si è ribadito l'invito, la speranza, il diritto e dovere di andare al dialogo. Se qualcuno ritiene che si sia andati oltre con i toni valutate voi, in proporzione, la gravita' del problema e dei fatti che sono accaduti, peraltro non comunicati. Non c'è stata una parola che sia stata volgare, c'è un rispetto assoluto per le istituzioni. Anzi si fa fatica a trovare qualcuno che reagisca in maniera più educata e corretta di quanto è stato fatto. Giorgetti dice che il Coni non è solo Malago'? Ha ragione, ci mancherebbe che il Coni si identifichi con una persona. Il Coni è 105 anni di storia e un'eccellenza. Giorgetti ha perfettamente ragione. Il Coni ha semplicemente fatto quel che da statuto gli impone la legge dello Stato. Non mi fate fare polemica, noi vogliamo cercare di costruire qualcosa che eviti fratture che onestamente sono sotto gli occhi di tutti. In questo senso il mandato che mi è stato conferito dal Consiglio nazionale è clamorosamente ampio".

0 commenti:

Posta un commento