Serie A, Napoli-Lazio 2-1: vittoria nel segno di Callejon e Milik

di STELLA DIBENEDETTO - Il Napoli non sbaglia e allo stadio San Paolo batte la Lazio 2-1 grazie alle reti di Callejon e Milik portandosi, almeno per una sera, a sei lunghezze dalla Juventus capolista. Una vittoria netta quella degli uomini di Carlo Ancelotti che avrebbero potuto dilagare se non fosse per i quattro pali colpiti nel corso del match. Tre punti fondamentali, dunque, per i partenopei che, nonostante il vantaggio bianconero, continuano a non perdere le speranze di poter raggiungere la Vecchia Signora. Senza Koulibaly, Hamsik, Allan e Insigne, il Napoli non solo porta a casa la vittoria, ma è artefice di una supremazia interrotta solo a tratti dalla Lazio. L'unico errore del Napoli è stato quello di non aver chiuso prima la partita e aver rischiato fino all'ultimo minuto.

I primi trenta minuti sono equilibrati con Napoli e Lazio pronte ad aspettare e a non scoprirsi troppo. Il Napoli, però, va vicino al gol in due occasioni con con Milik, fermato dal palo prima al 12' e poi di nuovo al 22'. Al 34, però, arriva il gol degli azzurri: a firmarlo è Callejon che segna la prima rete stagionale. Dopo quattro minuti, Callejon è determinante anche per il gol del raddoppio che stavolta porta la firma di Milik: lo spagnolo, infatti, si procura  il calcio di punizione poi trasformano magistralmente dal polacco. Nella ripresa, il Napoli ha in mano le redini del gioco, ma la Lazio riesce ad accorciare le distanze con Immobile. Gli uomini di Ancelotti potrebbero dilagare se non fosse per gli altri due pali colpiti da Fabian Ruiz e da Callejon. Al triplice fischio finale, Ancelotti può esultare con il rammarico di aver rischiato un po' troppo rispetto a quanto fatto in campo.

"Il campionato è molto importante, ma abbiamo una rosa tale per cui possiamo fare bene in tutte e tre le competizioni. La Juve? Nessun obiettivo a lungo termine, ora abbiamo due partite contro il Milan e pensiamo a quelle. Poi alla fine vediamo che succede. Qualcosa succederà: o faremo ridere o rideremo noi... Oggi avevamo assenze importanti, ma nessuno se ne è accorto" - sono le parole di Ancelotti nel post partita - "Potevamo gestire meglio, ma tutti hanno mostrato generosità e sacrificio". Certo, finché la capolista non perde colpi... ".

0 commenti:

Posta un commento