Calcio. Mancini: "Saranno due gare difficili: lotteremo per il primo posto nel girone"

"Saranno due gare difficili perché sono le due squadre con cui lotteremo per il primo posto del girone" ha dichiarato in conferenza stampa il ct della Nazionale, Roberto Mancini, in vista delle sfide contro Grecia e Bosnia.

"I giocatori sono tutti esperti anche se c'è qualche giovane che non ha giocato molto in Europa; ma non c'è paura, semmai la voglia di giocare bene in uno stadio che sarà pieno. Noi siamo l’Italia e dobbiamo scendere in campo per vincere. Dobbiamo continuare a giocare con la stessa mentalità, sapendo che in partita possono succedere episodi che cambiano il match. Giochiamo da tante gare nello stesso modo. Questa è una di quelle partite in cui possiamo dimostrare la nostra crescita, incontreremo un avversario forte e tecnico, ma vogliamo entrare in campo e vincere. Sarà un match duro, dovremo dimostrare di essere cresciuti contro una squadra tecnica. Ho visto tutti bene in questi giorni, anche gli attaccanti. Ora stiamo valutando chi giocherà. Non sappiamo ancora come giocherà la Grecia, ha adottato due moduli diversi nelle ultime due partite, non sarà una gara semplice. E' una squadra che sta cambiando qualcosa, ci sono giocatori di valore e tecnici, negli ultimi mesi sta producendo un buon gioco, a livello tecnico. Hanno cambiato diverse cose, quando finisce un ciclo ci vuole un po' di tempo per rinnovare. Un po' come noi. Abbiamo massimo rispetto per l'avversario. L’obiettivo che vogliamo raggiungere in vista degli Europei è di utilizzare un sistema di gioco a prescindere dai giocatori. Ci vorrà del tempo, ma la mentalità è buona. E' sempre stata buona fin dal primo giorno. L'Italia non può non partecipare a Europei e Mondiali. Quello che è stato è stato, non possiamo più far nulla. Non era mai accaduto negli ultimi 60 anni, è stato un dispiacere per tutti. Adesso dobbiamo fare in modo che non succeda mai più".

0 commenti:

Posta un commento