Un’altra Inter in tutti i “Sensi”: 1-0 all’Udinese

di LUIGI LAGUARAGNELLA - L’Inter rivive la vertigine del primo posto solitario. Davanti ai 60000 del Meazza i nerazzurri centrano la terza vittoria in campionato. Nel posticipo della terza giornata a Milano arriva l’Udinese di Tudor, squadra fisica e tosta. La squadra di Conte quest’anno, però ha un passo da “dinamite”: in queste prime uscite emerge tutta la carica del tecnico salentino trasmessa soprattutto ai centrocampisti. L’ 1-0 di misura contro i friulani è firmato da Sensi, l’uomo in più di quest’Inter.

L’ex Sassuolo a fine primo tempo trova la zuccata giusta sul cross di Godin. La rete (la seconda in campionato per l’interista) proietta l’Inter e il sorprendente centrocampista in alto. L’Udinese subisce soprattutto nei primi quarantacinque minuti a causa dell’espulsione di De Paul per una reazione contro Candreva. L’Inter preme, ma sbatte su Musso sempre molto reattivo: il portiere bianconero è lesto sul tiro di Sensi; anche Politano, schierato al posto di Lautaro si rende pericoloso, ma è sfortunato soprattutto quando colpisce il palo.

I bianconeri sono comunque attenti, in attacco Lasagna se la deve vedere con il trio Godin-De Vrij-Skriniar. I nerazzurri hanno spesso il pallino del gioco con Candreva che corre sulla fascia destra. Nella ripresa gli uomini di Conte sembrano amministrare. Lukaku esce per far posto a Lautaro e rifiatare in vista Champions. Handanovic è messo in difficoltà da Lasagna e da Walace. Dall’altra parte è ancora Musso a parare la punizione di Sensi.

Dopo gli interventi su Lautaro mette la manona su un tiro di Sanchez che avrebbe potuto firmare il gol dell’ex nel suo esordio a San Siro (oltre a Barella). Vittoria ottenuta giocando con intensità e soffrendo. E’ un’altra Inter… In tutti i “Sensi”.

0 commenti:

Posta un commento