Roma, Friedkin successore di Pallotta: affare da 780 milioni

di STELLA DIBENEDETTO - La Roma cambia volto. James Pallotta ha trovato l’accordo con il magnate texano Friedkin per la cessione del club. Le due parti hanno ripreso la trattativa il 23 dicembre trovando l’accordo per 780 milioni netti compresi i 270 milioni del debito del club e i 150 milioni di aumento di capitale già approvato. Le firme dovrebbero arrivare oggi o, al massimo domani.

Finisce così dopo sette anni l’era Pallotta che chiude la propria esperienza giallorossa. Il passaggio di consegne, come spiega la Gazzetta dello Sport, dovrebbe essere formalizzato i primi giorni di gennaio.

La Roma, dunque, nelle prossime ore, passerà nelle mani di Dan Friedkin che sarà il terzo presidente più ricco della serie A dopo Andrea Agnelli (Juventus, 15,9 miliardi di dollari) e Zhang Jindong (Inter, 6,8). Secondo Forbes, il magnate californiano, ma texano d’origine, ha un patrimonio di 4,1 miliardi di dollari (3,67 miliardi di euro).

Friedkin, 54 anni, è a capo di un impero di cui è Ceo dal 1995, ereditato dopo la morte del papà Thomas nel 2017 che ha circa 5.600 dipendenti, con 12 società facenti capo alla holding di famiglia. Con il suo arrivo, i tifosi sognano di poter rivedere la propria squadra ai vertici del calcio italiano e non solo.

0 commenti:

Posta un commento