Handanovic salva l’Inter che pareggia con una grande Atalanta

(credits: Inter Fb)
di LUIGI LAGUARAGNELLA - Il pareggio al Meazza sta stretto all’Atalanta. L’Inter non va oltre l’1-1 contro la banda di Gasperini. Inter-Atalanta è tra i big match dell’ultima giornata di andata e in attesa di Roma-Juve i nerazzurri di Milano sono in testa ad un punto sopra i bianconeri.

Per gli uomini di Conte, davanti ai 70000 di San Siro era iniziato nel miglior modo possibile. Nelle prime battute finali Lautaro Martinez rompe subito gli equilibri, dopo una combinazione con il suo compagno Lukaku che poco prima aveva colpito anche un palo. L’Inter del primo tempo è certamente più pimpante e tiene a bada la dea. Tra i nerazzurri il rientro di Sensi di è efficace: proprio lui cerca di dialogare spesso con il duo d’attacco. Dalla fine del primo tempo la squadra di Conte si accascia, mentre la qualità di Gomez e di Ilicic incomincia ad emergere. L’Atalanta potrebbe reclamare un rigore per un contatto molto dubbio tra Toloi e Lautaro.

Al rientro dagli spogliatoi la squadra di Gasperini domina fino al novantesimo . L’Inter soffre il tiki taka. Entra Malinovskyi al posto di Zapata e senza punti di riferimento in attacco, i padroni di casa restano a guardare. Poi da un cross deviato di Ilicic, il “goleador” Gosens inganna il portiere avversario e un imbambolato Candreva. La sensazione è che manchi poco al colpaccio dell’Atalanta. L’Inter si affaccia da Gollini solo con un tiro di Brozovic. Poi l’occasione è ghiotta per Muriel. Bastoni atterra Malinoviskyi così il colombiano si presenta dal dischetto, ma Handanovic neutralizza magistralmente il calcio di rigore.

Finisce in parità con la conferma degli atalantini da reputare tra i grandi della serie A (e non solo), mentre l’Inter frena al giro di boa.

0 commenti:

Posta un commento