Il Milan piega il Bodoe: ad attenderlo il Rio Ave

(credits: Ac Milan Fb)
PIERO CHIMENTI - Il Milan, con l'attacco spuntato per le assenze di Ibrahimovic e Rebic, vince a fatica contro il Bodoe per 3-2. Pioli decide di non snaturare il tema tattico della squadra, sostituendo lo svedese con il giovane attaccante Colombo. A passare in vantaggio però sono gli ospiti che al 15' trovano il gol con Junker con una girata mancina, che batte Donnarumma, su suggerimento di Hauge. Neanche il tempo di esultare, che il Milan trova il pari con Calhanouglu, grazie ad una conclusione mancina che non lascia spazio al portiere avversario. Il giovane Colombo premia la fiducia di Pioli al 32' insaccando da due passi il pallone del 2-1, su suggerimento di tacco di Calhanouglu.

Nella ripresa è ancora il Diavolo a trovare la via del gol con un ispirato Calhanouglu che, su calcio d'angolo di Castillejo, calcia di prima intenzione col destro, all'angolo dove l'estremo difensore norvegese non può arrivare. Il Bodoe non si vuol dare per vinto e trova il 3-2 con 55' con Hauge che trova un destro potente su cui Donnarumma non può farci niente. Gli uomini di Pioli, superata la pratica Bodoe, dovranno affrontare il prossimo 1° ottobre i portoghesi del Rio Ave, per una sfida che aprirà le porte della fase a gironi.

0 commenti:

Posta un commento