Serie A: la Fiorentina passa a Verona, Chievo travolto

(Foto ANSA)

di ANTONIO GAZZILLO - Si è aperta ieri pomeriggio la ventunesima giornata di serie A con i riflettori accesi sulla Fiorentina, di scena sul campo ostico del Bentegodi contro il Chievo, per continuare la sua crescita e confermare l’ottima prestazione messa in mostra contro la Juventus.

E’ stata una partita intensa che la squadra viola ha dominato in lungo e in largo, dimostrando anche il suo lato più cinico e travolgendo il Chievo per 3 a 0.

Entrambi gli allenatori hanno confermato il loro undici titolare. Maran ha lanciato ancora una volta Pellissier, dopo il goal all’Inter, a sostegno di Meggiorini. Sousa, invece, doveva fare i conti con la squalifica di Kalinic e ha schierato Babacar in avanti. Nuovamente titolare il giovane Chiesa.

La partita, è cominciata con un Chievo arrembante che ha sfiorato la rete in alcune occasioni ma che si è spento non appena la Fiorentina ha trovato il vantaggio: al 18’ del primo tempo il difensore clivense Dainelli ha trasformato una palla innocua e gestibile in un assist per Tello che si è involato verso la porta e ha battuto Sorrentino con il sinistro.
E’ stato l’episodio che ha cambiato il match direzionandolo dalla parte degli uomini di Sousa.

Nella ripresa si sono aperti gli spazi che i velocisti viola non hanno esitato a sfruttare portando la Fiorentina al doppio vantaggio: Cacciatore è intervenuto ingenuamente e malamente in area su Chiesa ormai chiuso sulla linea di fondo, concedendo il rigore e quindi la possibilità di chiudere il match. Dal dischetto Babacar con rabbia ha spazzato via la nostalgia dei tifosi per l’assenza del finalizzatore Kalinic.

Nei minuti di recupero è anche arrivato il primo goal in serie A del giovane, sempre più promettente, Chiesa, figlio d’arte dell’indimenticato Enrico: dopo un contropiede veloce, un passaggio di Vecino ha smarcato proprio il giovane italiano che, con freddezza, in scivolata, ha calciato un pallone precisissimo rasoterra finito in buca d’angolo. Match chiuso e tre punti in cassaforte per la Fiorentina.

Convince sempre di più la squadra viola che è riuscita facilmente a scardinare la difesa del Chievo, una delle squadre più organizzate del campionato italiano.

CHIEVO: Sorrentino; Gobbi ( 82’ Izco), Cesar, Dainelli, Cacciatore, Castro, Bastien ( 73’ Hetemaj), De Guzman, Birsa, Pellissier ( 53’ Inglese), Meggiorini.

FIORENTINA: Tatarusanu; Sanchez, Rodriguez ( 82’ Tomovic), Astori, Chiesa, Vecino, Badelj, Tello ( 46’ Maxi Oliveira), Bernardeschi ( 66’ Cristoforo), Borja Valero, Babacar.

Arbitro: Maresca
Ammoniti: Birsa, Cesar, Sanchez, Meggiorini, Bernardeschi

0 commenti:

Posta un commento