Calcio. De Rossi: "Contro la Spagna possiamo fare una piccola impresa"

ROMA - "Dire in uno scontro diretto che la Spagna è favorita non è mai sbagliato perché negli ultimi anni ha fatto brillare gli occhi a tutto il mondo. Chiunque l'abbia guardata almeno una volta si è emozionato a vederla giocare. Veniamo però da alcune buone prestazioni, soprattutto contro di loro che ci danno coraggio, fiducia e da un percorso simile a quello loro nel girone. Sono favoriti ma noi non andiamo lì come vittima sacrificale. Giocheremo la nostra partita conoscendo il loro valore ma consci che possiamo fare una piccola impresa" a parlare è il centrocampista della Nazionale Daniele De Rossi, all'antivigilia del match che si disputerà sabato 2 settembre 2017 a Madrid contro la Spagna in occasione delle Qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018.

"Il risultato sabato è la cosa più importante ma guarderò anche a come io ed i miei compagni ci approcceremo ad una partita del genere, in uno stadio così importante che può essere un antipasto di Mondiale, a patto che ci qualificheremo, come speriamo tutti. Sono sicuro che almeno secondi ci arriveremo nel girone. Non dico che è già fatta, che è una cosa già acquisita, non dico che sarà facile, ma questa squadra ha un valore e lo ha espresso anche il campo nelle partite fatte fino ad oggi. Questa è una partita che per tanti, per come si ragiona qui in Italia, è più facile perché non si ha nulla da perdere perché in teoria vai lì e se perdi lo hai fatto contro la Spagna. Per noi che siamo qui dentro e che la viviamo come una finale, non è così. E' una partita difficile da affrontare per la posta in palio, perché l'avversario è fortissimo, e noi ci giochiamo tantissimo perché nel caso gli spareggi sarebbero una bella gatta da pelare e sono pieni di insidie. Sono tranquillo per la gara di sabato perché so che la nostra squadra sa quello che deve fare, perché ci abbiamo giocato contro agli Europei e li abbiamo battuti meritando, perché nell'ultima partita contro di loro abbiamo sofferto molto ma alla fine abbiamo pareggiato. Siamo quasi a loro livello ma non sono tranquillo perché questa Spagna non è più scarsa di quelle già affrontate".

0 commenti:

Posta un commento