Calcio: presentato a Bari il 16° memorial "Vincenzo Farina"

BARI. È stato presentato nella mattinata di giovedì 15 marzo a Bari, in Palazzo di Città, il 16° Memorial di calcio a 7 “Vincenzo Farina, un calcio alla leucemia infantile”, l’evento di solidarietà organizzato, con il patrocinio del Comune di Bari, dal Centro sportivo educativo nazionale CSEN e dalla FIGC - Lega nazionale Dilettanti Comitato regionale in collaborazione con il centro sportivo Di Cagno Abbrescia, Uniba asd e l’associazione socio-educativa e culturale “Cucciolo”.

L’iniziativa rientra nell’ambito degli eventi organizzati dal Comitato regionale della Lega nazionale Dilettanti in collaborazione con l’associazione A.Ge.B.E.O. e Amici di Vincenzo Onlus per finanziare la costruzione del Villaggio dell’Accoglienza “Trenta Ore per La Vita” riservato ai bambini colpiti da malattie onco-ematologiche e alle loro famiglie.

Al torneo, in programma domenica 18 marzo sui campi del centro sportivo Di Cagno Abbrescia con inizio alle ore 9, parteciperanno le rappresentative di Agebeo, Comune di Bari, Poste Italiane, Uniba asd, Di Cagno Abbrescia, Levante Azzurro di Modugno, Ordine dei Commercialisti Bari, Nuovo Pignone e Cavalieri dell’Ordine di Malta.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Bari Antonio Decaro, il presidente della commissione consiliare Culture del Comune Giuseppe Cascella, il presidente del comitato regionale della Lega nazionale Dilettanti del Coni Vito Tisci, Maurizio Scalise in rappresentanza del rettore dell’Università “Aldo Moro” Antonio Uricchio e Veronica D’Auria, presidente Uisp Bari.

“Ci tenevo ad essere presente qui oggi" ha esordito il sindaco di Bari "perché la costruzione del Villaggio dell’Accoglienza è un impegno che abbiamo preso quattro anni fa. La struttura, che non è solo un posto per dare accoglienza ma una casa bella da vivere anche all’aperto, è stata completata. Chi ha in famiglia bambini affetti da patologie di diverso tipo sa quanto sia importante non essere soli ma avere attorno a sé una comunità, mentre si attende il momento di tornare in ospedale. Quindi, faccio un appello a tutti i cittadini: donate il 5x1000 o utilizzate l’IBAN per realizzare un sogno. Siamo arrivati in area di rigore, adesso dobbiamo segnare”.

“Sono 16 anni che Vincenzo Farina ci ha lasciato" ha dichiarato Cascella "e adesso dobbiamo mantenere una promessa che il suo papà, Michele, gli aveva fatto: le famiglie dei ragazzi colpiti da questa patologia emo-oncologica non avrebbero più dovuto sopportare i disagi che avevano colpito la famiglia Farina. Siamo qui per ribadire l’impegno dell’amministrazione comunale preso nei confronti di Vincenzo e di tanti altri ragazzi, che si concretizza in una serie di iniziative di solidarietà che vedranno la luce quest’anno. Tra queste particolare importanza riveste appunto il memorial che vede il coinvolgimento del comitato regionale Lega nazionale Dilettanti del Coni Puglia”.

Vito Tisci ha spiegato che per la finale di Coppa Italia del campionato Promozione pugliese tra le squadre del Mola e del Mesagne, in programma domenica prossima, “un euro proveniente dalla vendita di ogni biglietto sarà destinato all’Agebeo per il sostegno a questa iniziativa. Inoltre, sempre domenica, sarà avviata una raccolta fondi durante le partite dei vari campionati, dall’Eccellenza alla Seconda Categoria. Il Comitato ha donato al Memorial materiale sportivo, a testimonianza del nostro sostegno offerto all’iniziativa”.

“L’Uniba" ha detto Scalise "non mancherà di offrire il proprio sostegno a tutte le iniziative di solidarietà patrocinate dall’amministrazione comunale che, come il Memorial, possono dare un aiuto importante a persone come Michele Farina”.

“Da sempre l’Uisp" ha aggiunto Veronica D’Auria "è impegnata in azioni solidali, ricordo ad esempio la Primavera della solidarietà inaugurata dall’ex presidente Elio Di Summa: la Uisp non è soltanto sport ma insegue traguardi più significativi: infatti, in occasione del Memorial, abbiamo preparato diverse coppe e trofei, perché auspichiamo una vittoria importantissima, che sentiamo anche nostra, e cioè il completamento del Villaggio Agebeo, per la serenità dei piccoli ammalati e delle loro famiglie”.

0 commenti:

Posta un commento