Calcio a 5. Riscatto della Puglia nella seconda giornata del Torneo delle Regioni: vincono Juniores Maschile e Femminile

Doveva essere la giornata del riscatto per entrambe le rappresentative impegnate nella 57^ edizione del Torneo delle Regioni di Calcio a Cinque e così è stato. Dopo il debutto in fotocopia della Juniores Maschile e Femminile, sconfitte rispettivamente da Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna per 3-2, nella seconda giornata della competizione nazionale di futsal giovanile arrivano due vittorie che rilanciano le quotazioni delle due squadre pugliesi in chiave qualificazione. Nel primo pomeriggio la squadra femminile di Gianvito Defilippis batte la Sicilia per 3-0, mentre a seguire i ragazzi di Saverio Mascolo vincono per 7-2 contro Bolzano. Per effetto di questi risultati, diventa decisiva la terza giornata in programma domani. Alle 15 scende in campo ad Ellera di Corciano la Puglia Femminile per la sfida contro il Veneto, mentre alle 18 tocca alla Juniores Maschile contro il Molise a Magione.

PUGLIA-SICILIA 3-0 (Femminile)

Per continuare a sperare nella qualificazione al turno successivo servivano i tre punti, fondamentali per ridisegnare le gerarchie nel girone. Rispetto al debutto, mister Defilippis conferma lo stesso quintetto iniziale del match contro l'Emilia Romagna ad eccezione di Tetro, preferita in avvio a Lazzaro. La paura di fare gli stessi errori dell'esordio produce un avvio sottotono da parte delle pugliesi, che nelle prime battute subiscono l'iniziativa delle avversarie. Il derby del Sud contro la Sicilia si accende al 7' con una bella conclusione di Gallina neutralizzata dal portiere avversario. La risposta delle siciliane si stampa sul palo alla sinistra di Narsete. Fatta eccezione per qualche sporadico spunto personale, la gara non decolla e procede fino al termine della prima frazione con poche emozioni. Nella ripresa la musica non cambia fino alla percussione di capitan Lorusso (Bisceglie Femminile), che sfiora il vantaggio con un sinistro terminato a fil di palo. La Puglia alza il pressing e trova inaspettatamente il vantaggio con la solita D'Alessandro (Manfredonia 2000), brava a intercettare un disimpegno fuori misura della difesa sicula e trovare l'angolino basso alla destra del portiere. Le pugliesi sfiorano il raddoppio con Gallina, che si crea lo spazio per una precisa conclusione respinta sulla linea dall'estremo avversario. La Sicilia sposta in avanti il baricentro dell'azione alla disperata ricerca del pareggio, e la squadra di Defilippis difende il gol di vantaggio a denti stretti sfiorando persino il raddoppio con Longo (Manfredonia 2000). D'Alessandro s'incunea nella difesa siciliana e serve un assist millimetrico a Lorusso, che da due passi non sbaglia mettendo in ghiaccio il risultato a 4' dall'ultima sirena. La Sicilia rischia il tutto per tutto col portiere di movimento, ma è ancora D'Alessandro a gonfiare la rete con un destro chirurgico che chiude definitivamente il match a 90" dalla fine.

PUGLIA-BOLZANO 7-2 (Juniores Maschile)
La sete di riscatto della squadra allenata da Saverio Mascolo dopo la bruciante sconfitta dell'esordio si trasforma subito in cattiveria agonistica. Sin dalle prime battute la Puglia impone il proprio gioco, sfoderando organizzazione tattica e possesso palla. Rispetto al debutto, Mascolo cambia qualcosa nello starting five mandando in campo Casulli, Livrieri, Conte, Di Pietro e De Cataldo, che subisce subito una pallonata in faccia e viene sostituito. È proprio il neoentrato Fortunato (San Ferdinando 1942) ad incanalare il match sui binari giusti al 1' di gioco. La reazione di Bolzano però è immediata, tanto che la squadra avversaria raggiunge il pari e addirittura il sorpasso con due conclusioni che beffano Casulli nell'arco di un solo minuto di gioco. Col passare del tempo i pugliesi si fanno più pericolosi fino al gol di Livrieri, che ristabilisce l'equilibrio in campo prima dell'intervallo deviando sottorete una conclusione potente di Russo per il momentaneo 2-2. Nella ripresa sonno i pugliesi a riportarsi avanti con il solito Fortunato, che si fa trovare pronto a girare in rete l'assist di Di Pietro da due passi. Bolzano alza il ritmo per riportarsi in partita, ma subisce in contropiede il poker dei pugliesi servito da Abdeannabi su assist di Staila. La Puglia ritrova coraggio e gioca a memoria, così Cimmino in percussione regala la quinta gioia a mister Mascolo. La gara sembra ormai un monologo dei pugliesi, che affondano il coltello nel burro ancora una volta con un bolide di Russo al termine di un'azione solitaria. A fil di sirena i pugliesi mandano i titoli di coda con la settima meraviglia scritta a referto da Fortunato, che realizza la sua tripletta personale.

0 commenti:

Posta un commento