Visualizzazione post con etichetta Calcio a 5. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Calcio a 5. Mostra tutti i post

Serie B: 4-0 al Cosenza e l'Empoli torna in A

(via Empoli Fc Fb)
NICOLA ZUCCARO
- Dopo 2 anni di assenza (correva la stagione sportiva 2018-2019), l'Empoli torna in Serie A con 2 giornate di anticipo sulla fine della Serie B 2020-21. La prima prima promozione diretta nel massimo torneo nazionale è pervenuta dal terreno amico del Castellani dove, nel pomeriggio di martedì 4 maggio 2021, i toscani hanno travolto il Cosenza con un sonoro 4-0. 

Resta da definire la seconda promozione diretta per la quale, al termine della trentaseiesima giornata, è accreditata la Salernitana vincitrice sul campo del Pordenone per 2-1. In virtù di questo successo, gli amaranto di Castori spodestano il Lecce (sconfitto a Monza per 1-0) dal secondo posto della graduatoria del campionato cadetto.

Calcio a 5. Virtus Taranto, Borelli: "Ho trovato uno staff preparato e professionale"


L’aspetto della gestione in una scuola calcio è fondamentale. C’è chi opera sul campo, chi dietro una scrivania, per far sì che tutto vada in modo impeccabile. Nella Virtus Taranto la figura del segretario è a dir poco determinante, per questo abbiamo avvicinato Borelli che si occupa dell’aspetto burocratico del team messo in piedi da Fabio Buonafede.

D. Da un punto di vista organizzativo, quanto è difficile gestire una scuola calcio come la Virtus Taranto?

R. Premetto che sono nuovo in società e sono stato accolto molto bene, soprattutto dal presidente Fabio Buonafede, che dal momento che ci siamo conosciuti c’è stata subito sintonia. Non è difficile gestire questa società in quanto ho trovato uno staff preparato e professionale e che hanno una caratteristica che ci accomuna, Passione. Puoi essere il “Maradona” nella attività che esegui ma senza la Passione non si va da nessuna parte (pensiero personale).

D. In un momento difficoltoso per le problematiche legate al Covid, quanto è difficile trovare le risorse?

R. A mio avviso il Covid ha intrappolato mentalmente tanti adulti, ma nonostante ciò quest’anno la scuola calcio Virtus Taranto ha riconfermato in pieno gli iscritti dello scorso anno ed in più ce ne sono stati dei nuovi, il tutto merito all’ottimo lavoro svoltosi lo scorso anno.

D. Da un punto di vista gestionale, come si articola tutto l'iter della scuola calcio?

R. L’iter della scuola calcio consiste in: due/tre allenamenti a settimana, alcune manifestazioni sportive (campionati, tornei, partite amichevoli, ecc.), la scuola calcio è rivolta a bambini e bambine nati negli anni 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015. Le sedi di allenamenti sono: a San Vito presso la Parrocchia San Vito (casa madre) e Centro Sportivo New Faro Sport, a Taranto presso Centro Sportivo Mediterraneo Village. All’atto dell’iscrizione l’atleta dovrà presentare i documenti necessari per effettuare il tesseramento: Fotocopia Carta d’Identità e Tessera Sanitaria (atleta e genitore), due foto tessera e Certificato Medico.

D. Le istituzioni aiutano le scuole calcio soprattutto in questo momento particolare?

R. In questo brutto periodo che stiamo vivendo le Istituzioni non ci sono molto di aiuto, non ultimo il nuovo DPCM 18 ottobre 2020, che ci vieta di organizzare partite. Più che altro sta vietando di fare sport ai bambini. Noi come scuola calcio, di fatti, abbiamo attuato tutti i protocolli anti Covid emanati dalla FIGC. 

D. Quali novità dobbiamo attenderci dalla vostra scuola calcio nel prossimo futuro?

R. La Scuola Calcio Virtus Taranto ha nel mirino tantissimi progetti per il futuro, uno è l’iscrizione ai campionati FIGC. Per realizzare i progetti che abbiamo in mente bisogna, però, che tutti i tasselli sono al loro posto. Noi dalla nostra parte ci metteremo tutto l’impegno per far crescere la società Virtus Taranto.

Calcio a 5. Virtus Taranto, Andrea Cordola: "Il programma è far divertire imparando"


TARANTO. Andrea Cordola è uno dei perni della Virtus Taranto di Fabio Buonafede, un collaboratore instancabile con cui facciamo il punto della situazione in ambito scuola calcio dopo l'ultimo DPCM del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

D. Come è nato il tuo legame con la Virtus Taranto, che ruolo hai e come ti trovi in questa famiglia?

R. Ormai sono tre anni che collaboro con la Virtus perché con Fabio c'è una vecchia amicizia stima e rispetto reciproco, io sono un collaboratore e mi trovo molto bene.

D. Il nuovo DPCM cosa vi farà cambiare nel vostro consueto programma e nel rapporto con i bambini?

R. Sarà sicuramente difficile tenere a bada i piccoli adesso ancor di più, però il programma resta sempre quello di farli divertire cercando di imparare.

D. Come si sviluppa in genere la formazione di un bambino da un punto di vista calcistico e umano nella vostra scuola calcio?

R. Educazione, rispetto e divertimento.

D. Quando è importante lavorare in strutture solide e organizzate come quelle utilizzate dalla Virtus Taranto?

R. Molto molto importante perché il bambino si senta a suo agio , si senta bene ed abbia il giusto spazio e tempo.

D. Vi siete prefissati degli obiettivi nonostante le problematiche causate dal Covid?

R. Gli obiettivi finché questo Covid ce lo permette, da parte nostra dare il massimo per far sì che i bambini vengano con voglia per divertirsi in un un'ambiente sano e pulito.

Calcio a 5. Gioco Calcio tra Amici: finisce con un pareggio pirotecnico l’esordio in campionato


Finisce 3-3 sul campo del Bellevue la prima di campionato (Serie C2 Girone B) del Gioco Calcio tra Amici contro la Olimpique Ostuni. Un match avvincente nel quale il team di Fabrizio Tomassini ha fortemente rischiato di portare l’intera posta in palio a casa, rimandando al prossimo turno l’appuntamento con la vittoria.

Il tecnico rossoblu manda in campo Russo tra i pali, Blè, Ettore Marchigiano, Turi e Cava. Primo tempo prevalentemente di marca del Gioco Calcio tra Amici, che trova il vantaggio con Turi, per poi raddoppiare con lo stesso calcettista rossoblu. Ottima la prova complessiva di Turi che nella ripresa per infortunio ha dovuto lasciare il campo. Proprio nel secondo tempo il ritorno dell’Olimpique Ostuni, che prima ha accorciato le distanze e poi trova il pareggio nei primi minuti.
Il pari crea tensione tra le parti, tanto che nell’Olimpique Ostuni giunge l’espulsione. La truppa ionica intanto, ritrova vigore e passa nuovamente in vantaggio con una perla di Cava. Quando però il Gioco Calcio tra Amici iniziava a pregustare i tre punti, ecco giungere il pareggio definitivo che lascia i ragazzi di Tomassini con l’amaro in bocca e con una gran voglia di rivalsa.
Ora nel prossimo turno che si disputerà sabato 24 ottobre con fischio d’inizio alle ore 16, il Gioco Calcio tra Amici del presidente Sperandeo, sarà ospite del Futsal Lecce presso l’impianto del Tensostatico Antistadio "A. Montinaro" situato nella città salentina.

Calcio a 5. Futsal Ostuni: tutto pronto per l'esordio stagionale, al Pala "Vito Gentile" arriva il Medania Sport


OSTUNI (BR). Tutto pronto per l’esordio stagionale del nuovo sodalizio gialloblù Futsal Ostuni, sabato prossimo nell’impianto sportivo della "Città Bianca" arriverà per la prima giornata del campionato di serie C2 il Medania Sport. 

"Siamo pronti per affrontare questa nuova avventura" ha sottolineato il presidente Angelo Barnaba "la nostra formazione come la nostra società si affacciano per la prima volta ad un campionato federale, è per questo che siamo anche un po' emozionati. Ringraziamo tutti gli atleti ed il coach che hanno accettato di vestire i nostri colori, sappiamo bene che gli ingressi saranno contingentati ma aspettiamo sostenitori e curiosi al PalaGentile. Informiamo gli stessi che sarà possibile vedere la gara in diretta streaming sulla nostra pagina Facebook Futsal Ostuni". Fischio d’inizio al Pala Vito Gentile sabato 17 ottobre 2020 alle 18.

Grottaglie: il 17 e 18 ottobre il girone di ritorno del campionato italiano calcio amputati di calcio a 5


GROTTAGLIE (TA). Il 17 e 18 ottobre, sabato e domenica prossimi, a Grottaglie (Taranto), si svolgerà il girone di ritorno del campionato italiano calcio amputati di calcio a 5. L’iniziativa rientra nel programma paralimpico di "Grottaglie 2020 Città europea dello sport" ed è promossa da Fispes, Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali, in collaborazione con Cip Comitato Italiano Paralimpico, Aces Italia e Comune di Grottaglie. 

Nella gara, a porte chiuse a causa dell’emergenza Covid – ma visibile in diretta streaming – si confronteranno le formazioni Levante C Pegliese, Nuova Montelabbate, Vicenza Calcio e Asd Fabrizio Miccoli San Donato di Lecce. Gli incontri avranno luogo nel centro sportivo Azzurra, contrada Eredità 26 (Villa Castelli). Saranno presenti Sandrino Porru, presidente nazionale Fispes e vicepresidente vicario Cip nazionale e Giuseppe Pinto, presidente regionale Cip.
Ha dichiarato il professor Antonio Salonna, delegato regionale Fispes Puglia: "Ringrazio il sindaco Ciro D’Alò, l’assessore comunale allo sport Vincenzo Quaranta, l’amministrazione comunale di Grottaglie per aver scelto di ospitarci nel programma di Grottaglie 2020 Città europea dello sport. Questa occasione ci sta dando la possibilità di far vedere ciò che gli atleti disabili possono fare anche con un arto solo. Si tratta di atleti che praticano calcio a 5 amputati, che hanno avuto dei traumi ad una gamba o ad un braccio; partecipano al campionato italiano di calcio a 5 amputati. E’ uno sport attivo da circa due anni in Italia, sotto la guida della Fispes, con esperienze e riferimenti a livello europeo. Nonostante le restrizioni dovute al Covid 19, invitiamo a seguire l’evento in diretta streaming e sulle pagine social. E’ un momento di sport, ma anche di grande valore sociale. Credo sia importante che si mettano in atto queste iniziative sul territorio: molte persone vivono la disabilità come un limite, più in casa che fuori; lo sport migliora invece il senso della vita, promuove l’integrazione, fa gioire insieme agli altri".
"L’amministrazione comunale di Grottaglie – ha dichiarato il sindaco Ciro D’Alò - punta fortemente sulla valorizzazione degli eventi paralimpici. Insieme alle associazioni, avviamo un gran lavoro che proseguirà fino a giugno 2021 per rimettere al centro lo sport, l’importanza sociale degli sport paralimpici, la cultura del superamento delle barriere e delle difficoltà, lo stare insieme e il senso della comunità. E’ un messaggio significativo che vogliamo portare avanti, in linea con il programma di Grottaglie 2020 Città europea dello sport; per questo evento, ringrazio la Fispes, il Cip e le società partecipanti, per il contributo organizzativo e il grande impegno".
"Dopo il torneo nazionale di tennis in carrozzina, ospitare in questa fase di riavvio del cartellone di iniziative sportive il campionato nazionale di Calcio a 5 amputati è per noi un grande onore – ha commentato l’assessore allo sport Vincenzo Quaranta -; il nostro obiettivo principale è diffondere la cultura dello sport, in particolare quello paralimpico, che permette alle persone con disabilità di riprendere il proprio percorso di vita, trovando nuovi traguardi da tagliare. Grottaglie sta ospitando eventi di caratura nazionale ed internazionale. Per noi è motivo di orgoglio e di ulteriore impegno per portare avanti il progetto delineato nel dossier di Grottaglie 2020 Città europea dello sport".
L’evento è visibile in diretta streaming sul canale Facebook della Nazionale Italiana Calcio Amputati e su https://www.salentotelevision.it/campionato-calcio-amputati-in-diretta-da-grottaglie/

Programma orario partite

Sabato 17 ottobre 2020
9:15 ASD Fabrizio Miccoli - ASD Nuova Montelabbate
10:45 APD Levante C Pegliese - ASD Vicenza Calcio Amputati
17:00 ASD Fabrizio Miccoli - APD Levante C Pegliese
18:30 ASD Vicenza Calcio Amputati - ASD Nuova Montelabbate

Domenica 18 ottobre 2020
8:15 APD Levante C Pegliese - ASD Nuova Montelabbate
9:30 ASD Vicenza Calcio Amputati - ASD Fabrizio Miccoli
10:35 Premiazioni

Classifica provvisoria
Vicenza Calcio Amputati: 9 punti
Nuova Montelabbate: 4 punti
Levante C Pegliese: 4 punti
Fabrizio Miccoli: 0 punti

Calcio a 5. ASD Gioco Calcio Tra Amici: proseguono gli allenamenti in attesa del campionato


TARANTO. Prosegue la marcia di avvicinamento al prossimo campionato per il Gioco Caltro Tra Amici Calcio a 5. Il team rossoblu nel corso dell’ultima settimana, ha lavorato sui campi del Bellevue, con un test congiunto nella giornata di mercoledì contro la formazione giovanile.

La società del presidente Sperandeo, attende ulteriori novità in merito alla composizione del calendario e dal relativo girone a cui prenderà parte. La data di inizio del campionato è fissata per il prossimo 17 di ottobre.
Prosegue intanto nel consueto lavoro anche la formazione Under 19. Il team ionico ha lavorato in settimana presso i campi sintetici del Meridiana.

Calcio a 5. Virtus Taranto, Gallo: "Lavorare con i bambini è un sentimento interiore"


Collaboratore di mister Cordola, presso gli impianti del Mediterraneo Village, Gallo ci illustra in modo dettagliato quelle che sono le peculiarità della Virtus Taranto nel rapporto con i propri tesserati, consentendoci di entrare in modo più approfondito della scuola calcio allestita da mister Buonafede. "Ci vuole pazienza, è un impegno importante, che si può fare principalmente per passione e ti consente di trasmettere degli insegnamenti" ha dichiarato lo stesso Gallo.

D. Come sei entrato in contatto con l'ambiente della Virtus Taranto e come ti trovi nel team di Buonafede?

R. Sono entrato in questo team perché il mister mi conosce da tanti anni. Ho giocato nel Martina Calcio a 5 e con il Torrerossa, mi ha contattato scegliendo la persona e poi per le conoscenze tecniche. 

D. Lavori con Mister Cordola, qual è prevalentemente il tuo compito?

R. Lo affianco e spesso essendoci molti tesserati facciamo spesso dei lavori separati. Mi occupo del lavoro tecnico dei bambini. 

D. La novità assoluta di questa stagione è l'utilizzo del Mediterraneo Village, puoi presentarci le peculiarità di questa struttura?

R. Lavorare al Mediterraneo Village ci consente di farci conoscere i una parte differente della città. Porta a nuova linfa alla scuola calcio. Ci siamo sentiti a casa da subito e tutto lo staff si è messo a nostra disposizioni e per questo siamo contenti della scelta fatta. 

D. Quanto è difficile rapportarsi con i bambini cercando di trasmettere loro degli insegnamenti non solo tecnici?

R. Rapportarsi con i bambini è un sentimento interiore che non tutti hanno, è una vera e propria vocazione e io onestamente lo sento profondamente. Ci vuole pazienza, è un impegno importante, che si può fare principalmente per passione e ti consente di trasmettere degli insegnamenti. Prima di fare degli allenatori siamo educatori. Spesso sono gli stessi genitori a chiederci di dare un sostegno educativo ai loro figli. Certamente è un compito delicato, anche in virtù della loro sensibilità. E' certamente difficile, ma anche molto piacevole. 

D. L'aspetto del post pandemia quante difficoltà crea nel vostro lavoro?

R. Certamente la pandemia ha portato degli effetti, ma a noi la sospensione è dispiaciuta prevalentemente per loro. Abbiamo spesso avvertito la loro sofferenza. Non è bello vedere un bambino non giocare e non fargli vivere lo spogliatoio, che sentono nonostante l'età, perché gli consente di crescere. Speriamo di non tornare in una situazione simili, certamente svolgeremo sempre le nostre attività nella maniera corretta in base alle disposizioni ministeriali.

Calcio a 5. Amichevoli Midland G.S.: buona prova contro il Futsal Pontedera


La Midland inizia senza timori reverenziali e nei primi minuti si rende pericolosa con Manzini e Stelloni. Conclusioni fuori di poco che fanno da preludio al vantaggio ospite. Lamacchia imbecca Federico Pini, che non lascia scampo all'estremo difensore pisano.
Lo svantaggio provoca l'inevitabile reazione pontederese, ma un attento Cerezuela vanifica le conclusioni di Pisconti e soci.
Dopo la sfuriata bianco-nera la partita prosegue su binari di equilibrio e, alla clamorosa traversa di Ferruzzi, si contrappone una bellissima azione sull'asse Manzini - El Oualja - Manzini, che avrebbe meritato un miglior epilogo.

Il secondo tempo inizia per i gigliati nel peggiore dei modi. Già nel primo minuto un errato disimpegno della retroguardia spiana la strada a Ferruzzi ed il vantaggio ospite improvvisamente evapora. Uno a uno.
I ragazzi della Midland reagiscono con impeto, ma Burchi sventa prima in uscita su Lamacchia e poi intercetta il delizioso colpo di tacco di Zacchi. Il Pontedera non capitola neanche al 12° quando una conclusione a botta sicura di Celli su servizio di El Oualja viene fermata dal palo.
Gol sbagliati gol subiti. In rapida successione Pisconti ed ancora Ferruzzi puniscono la difesa fiorentina indirizzando definitivamente la partita a favore dei padroni di casa.Non basta nel finale una bella giocata di Manzini a riportare il risultato in parità tanto più che viene intervallato dalla terza rete di Ferruzzi che, con una conclusione dalla distanza, beffa Becherucci.
Resta, però, la buona prestazione del fantasista fiorentino nell'inedito ruolo di centrale, impreziosita da una bellissima doppietta. Meraviglioso, in particolare, il primo goal: il "numero otto" sradica palla nella propria difesa e, dopo un "coast to coast", insacca con "nonchalance".

FUTSAL PONTEDERA - MIDLAND G.S. 4-3
Marcatori: 9° p.t. Pini (M); 1°, 23° e 29° s.t. Ferruzzi (FP), 21 s.t. Pisconti (FP), 26° e 31° s.t. Manzini (M).
Midland G.S.
1) Cerezuela, 2) Bonini, 3) Lamacchia, 5) Celli, 6) Zacchi, 7) Pini F., 8) Manzini, 9) Biagiotti, 10) El Oualja, 11) Stelloni, 22) Becherucci.
All. Dino Del Re

Calcio a 5. Gioco Calcio Tra Amici: prosegue la marcia di avvicinamento al campionato


TARANTO. Prosegue la marcia di avvicinamento al campionato per il Gioco Calcio Tra Amici, compagine di calcio a 5 ionica, che sta riscontrando notevole simpatia ed attenzione nel territorio tarantino. 

La squadra allenata da Fabrizio Tomassini, ha iniziato la fase di allenamento programmata presso gli impianti del Bellevue, lavorando presso il campo indoor. Il tecnico ionico ha svolto sedute atletiche, lavorando anche nel corso della settimana sugli schemi tattici con sgambature a tema. Buono lo stato di forma complessivo del gruppo, completamente a disposizione dello staff tecnico. Ha iniziato anche la preparazione indoor il reparto dei portieri, allenati dal preparatore Lorenzo Fabiano. La società del presidente Sperandeo nel contempo, sta lavorando per organizzare le amichevoli che precederanno l'inizio del campionato prefissato per il mese di ottobre. Seguiranno comunicazioni ufficiali in merito.

Calcio a 5. Virtus Taranto, Taurino: "Sempre col sorriso è uno stile di vita"


TARANTO. Una scuola calcio non ha solo il compito di far diventare calciatore un bambino, ma soprattutto è determinante nella crescita e nell'educazione dello stesso. E' un percorso formativo di grande impatto. Per questo abbiamo sentito uno dei genitori tra i bambini iscritti nella Virtus Taranto, per testimoniare la bontà del lavoro. Gionata Taurino gentilmente, ci ha concesso questa intervista:

D. Cosa porta un genitore ha credere nella Virtus Taranto, tanto da affidargli il proprio figlio?

R. Prima di tutto la fiducia nei coniugi Buonafede, persone perbene e corrette e, poi, il motto della Virtus: sempre col sorriso! Può sembrare una banalità ma è uno stile di vita che porta ad affrontare ogni momento con la giusta motivazione.

D. Il rapporto genitore - staff tecnico, quanto è importante e come lo gestisci di solito?

R. Il rapporto con lo staff tecnico è improntato sulla fiducia nel rispetto dei ruoli. Ogni mister della Virtus, è prima di tutto un educatore per trasmettere i valori cardini dello sport: divertimento, rispetto, impegno.

D. La Virtus Taranto si affida a strutture di spessore. E' un fattore che ti soddisfa ed è risultato importante per la scelta della scuola calcio?

R. Personalmente non ho scelto la Virtus per le strutture sportive ove allena i bambini ma x i motivi sopra esplicitati. Certo, sarebbe importante avere delle strutture sportive adeguate pubbliche ove tutte le società sportive, a rotazione, possano usufruirne.

D. In virtù del post pandemia, sicuramente la preoccupazione di un genitore è in aumento. La scuola calcio vi da le giuste garanzie?

R. Certo ci da le giuste garanzie in quanto segue pedissequamente le norme stabilite dal Governo, Regione e Comune.

D. Cosa si augura un genitore quando porta un figlio in una scuola calcio?

R. Che si diverta e che cresca con sani valori che lo sport aiuta a conseguire.

Calcio a 5. Virtus Taranto, Buonafede: "Lo staff è il perno principale della nostra società"


Fabio Buonafede è l’anima nonché il cuore pulsante della Virtus Taranto. La mente e il braccio di una scuola calcio che prende sempre più corpo nella città di Taranto. Queste le sue dichiarazioni all’inizio della nuova stagione:

D. Mister, sta per partite una nuova stagione, con quale auspicio e con quali obiettivi?

R. Anche per questa nuova stagione ci siamo organizzati per dare il meglio ai nostri bambini. Dopo la sospensione dello scorso anno, avranno più voglia di giocare e allenarsi. Il mio obbiettivo è sempre migliorarmi. Voglio fare sempre il meglio per i nostri tesserati in modo da essere sempre soddisfatti. Vogliamo raggiungere i numeri della passata stagione, per questo voglia affrontare tutto nel modo migliore possibile. 

D. Avete riorganizzato tutta l'organizzazione con l'innesto di nuove strutture, un altro punto di forza?

R. Le strutture sono sempre le medesime, non ci sono le palestre per i problemi legati al Covid D. Abbiamo il campo della chiesa di San Vito, il campo a 8 del New Faro Sport e la novità di quest'anno è il Mediterraneo Village, dove ci saranno tutte le fasce d'età. Le prime iscrizioni sono assolutamente ottime. 

D. Rinfoltito e rinnovato il vostro staff tecnico, con quali figure?

R. Lo staff è il perno principale della nostra società. L'ho ringiovanito con collaboratori che hanno entusiasmo e voglia di andare avanti nel tempo e programmare. Ritengo di avere il meglio, cercando di creare un gruppo solido.

D. Come cambierà la vostra macchina organizzativa in virtù del Covid?

R. La paura della sospensione c'è. Ci stiamo organizzando per affrontare la problematica seguendo in modo certosino i singoli decreti, ma non possiamo nascondere che un po' di timore c'è. Speriamo di proseguire come stiamo facendo in questo momento. 

D. Mister, la Virtus Taranto punta alla crescita di nuove leve, ma è anche una nuova scommessa per Fabio Buonafede?

R. Il progetto è in continua crescita. Affronteremo tutte le situazioni con maturità da un punto di vista numerico ed organizzativo. Vorrei prima o poi disputare dei campionati FIGC, aspettiamo ancora per questo, al momento ci stiamo organizzando per dare una svolta, sperando che il sogno diventi realtà il prima possibile.

ASD Gioco Calcio Tra Amici: ripresi gli allenamenti in vista del prossimo campionato


TARANTO. L'ASD Gioco Calcio Tra Amici comunica di aver ripreso le consuete sedute di allenamento in vista della prossima stagione agonistica 2020/21 lo scorso 14 settembre presso gli impianti del Meridiana a Taranto.

Tutti a disposizione agli ordini dell'allenatore Fabrizio Tomassini e del suo vice Valentino Sperandeo. La squadra ha sostenuto per tutta la settimana una seduta pomeridiana sino a venerdì 18 settembre e riprenderà ad allenarsi regolarmente presso gli impianti del Bellevue lunedì 21. 
La prima amichevole in famiglia è in programma sabato 26 settembre alle ore 18:30 presso il Bellevue. 
Nel contempo, si lavora costantemente anche per la formazione Under 19. Il team allenato da Valentino Sperandeo, disputerà un test in famiglia sabato 19 alle ore 16 presso il Meridiana, mentre domenica 20 sarà ospitata presso il Palafiom dal Città di Taranto C5 Femminile, vista la forte amicizia tra le due compagini societarie, per un match amichevole.

Calcio a 5. Virtus Taranto, Cordola: "Le strutture in una società sono fondamentali"


Mister Cordola è un altro punto fermo della Virtus Taranto. Un tecnico molto preparato che cura costantemente ogni piccolo particolare. La forza della scuola calcio di mister Buonafede, è nella scelta dei collaboratori, ricercati in modo certosino e nel supporto di strutture qualificate.

D. La novità assoluta della Virtus Taranto per la nuova stagione è la presenza di nuove strutture. Puoi presentarcele?

R. Si...quest’anno siamo al Mediterraneo Village presso la piscina comunale di fronte l’ospedale SS Annunziata in via Bruno a Taranto per continuare il progetto nella sede di Taranto che si svolgeva al coperto nella scuola Leonida che sia per il problema Covid che per continuare il percorso di crescita dei bambini abbiamo spostato su una struttura all’esterno. Poi abbiamo su san Sito campo di calcio a 5 nuovissimo di zecca e abbiamo rafforzato gli appuntamenti al faro sport per quanto riguarda il calcio a 8 sempre per favorire la crescita calcistica dei bambini.

D. Ritieni che per la Virtus Taranto giovare di più strutture sia un vantaggio oltre che un punto di forza?

R. Certo. Per quanto mi riguarda sono fondamentali le strutture per una società e soprattutto visto i tanti impegni dei bambini al giorno d’oggi hanno la possibilità sempre e comunque durante la settimana di cambiare struttura per non perdere l’allenamento.

D. Per quanto riguarda lo staff tecnico complessivo che novità dobbiamo attenderci?

R. Lo staff tecnico varia di anno in anno, migliorando d’altronde come è buon uso di questa società andare sempre a migliorarsi con ragazzi giovani pieni di entusiasmo, provenienti da tanta esperienza nel calcio giocato, pronti a dare tutto il proprio bagaglio ai nostri piccoli ragazzi.

D. Sono in programma delle nuove iniziative?

R. Purtroppo per il momento siamo in Stand-by per il famoso problema Covid, comunque come ho già detto nelle precedenti risposte la società si è adoperata soprattutto in relazione alla crescita calcistica dei ragazzi. Sicuramente durante l’annata non mancheranno iniziative volte soprattutto al divertimento dei bambini.

D. In virtù delle problematiche legate al Covid, come cambierà l’approccio nei confronti dei ragazzi?

R. Certo il Covid ci ha procurato diverse problematiche, ma la società si è prodigata in primis all’attrezzatura quali termometro e disinfettanti e poi ci siamo noi istruttori che provvediamo al distanziamento e a tutto il resto. Di certo il nostro percorso diventa un po’ più difficile con questa problematica ma continueremo a percorrerlo nel massimo impegno come abbiamo sempre fatto.

Calcio a 5. Virtus Taranto, Casula: "Vogliamo ingrandirci. È un sogno, ma ci stiamo lavorando"


TARANTO. È uno dei perni della Virtus Taranto. Marco Casula è un allenatore di prospettiva e qualità, che ha già dimostrato dati alla mano la padronanza della materia e notevoli doti gestionali nel rapporto con i sui piccoli tesserati. Abbiamo svolto due chiacchiere con lui per presentare quelle che sono le novità in casa Virtus Taranto. 

D. Quali novità dobbiamo attenderci in vista della nuova stagione?

R. Abbiamo deciso di dare continuità al nostro progetto, ci sposteremo con gli esordienti al "New Faro Sport". Un grosso investimento da parte della società.

D. Come si è arricchito e di quali figure il vostro staff tecnico e organizzativo?

R. Quest’anno sarò affiancato da Raffaele D’Auria. Ci siamo conosciuti 30 anni fa nel settore giovanile per poi prendere ognuno le proprie strade. Lo ritrovo ora e sembra che tutti questi anni non siano mai passati. Anche se stiamo insieme solo da due settimane sono molto soddisfatto perché ritrovo in lui le mie stesse idee di calcio.

D. Come cambierà l'approccio con i vostri tesserati in virtù delle problematiche legate al Covid?

R. Dobbiamo imparare a convivere con questa emergenza usando tutte le precauzioni del caso e sperando che tutto finisca al più presto.

D. Quali fasce d'età possono accedere alla vostra scuola calcio?

R. Stiamo cercando di dare continuità al nostro progetto. Se avremo le possibilità nei prossimi anni vorremmo ingrandirci con giovanissimi e allievi. È un sogno ma ci stiamo già lavorando.

D. Da un punto di vista delle strutture quali novità dobbiamo attenderci?

R. Per noi a San Vito cambia poco. San Vito è la nostra casa. I grandi (come già lo scorso anno) continueranno a lavorare al New Faro Sport. Il Covid ci ha tolto le palestre scolastiche, ma la società ha pensato bene di organizzarsi, per la zona di Taranto, al Mediterraneo Village. Dai piccoli amici ai giovanissimi abbiamo già un bel numero di ragazzi. A conclusione dell’intervista voglio ringraziare la società Virtus Taranto che personalmente mi sopporta e supporta in tutte le mie decisioni e ciò mi aiuta per rendere al meglio.

Calcio a 5. Virtus Taranto, D’Auria: "Idee molto chiare sul futuro"


TARANTO. "E' un momento non facile, col Covid dobbiamo iniziare a convivere. Può però essere un punto di forza in più da ritrovare in ognuno di noi". Da poco nella famiglia della Virtus Taranto, Raffaele D’Auria si appresta ad essere uno dei nuovi punti di forza. Sarà infatti il nuovo collaboratore di mister Marco Casula, ovvero uno dei pilatri della scuola calcio realizzata da mister Fabio Buonafede.

D. Come è avvenuto il tuo primo contatto con la Virtus Taranto e come ti trovi in questa bella famiglia creata da mister Buonafede? Cosa ti occupi nello specifico?

R. Col mister ci conosciamo da tempo, sapeva che io volevo fare questa esperienza ed alla prima occasione mi ha tenuto presente nel progetto. Io ho accettato la proposta immediatamente, sono strafelice e lo ringrazio. Collaborerò con il mister Marco Casula.

D. Nel tuo rapporto costante con i ragazzi, cosa cerchi di trasmettere soprattutto da un punto di vista umano?

R. Quello che cerchiamo di trasmettere è soprattutto il rispetto delle regole, come nella vita è lo stesso nello sport. Quindi il rispetto deve venire prima di tutto, oltre all’amore per questo sport.

D. Quali sono le iniziative recentemente svolte dalla Virtus Taranto e quali saranno le prossime future?

R. Abbiamo ottime prospettive. Le attività sono riprese da poco, posso solo dire che sul futuro le idee sono molto chiare.

D. La forza della Virtus Taranto è anche il rapporto con diverse strutture di spessore. Quanto sono importanti?

R. Siamo in una città dove le strutture sono poche, quindi per noi della Virtus avere rapporti con più strutture è fondamentale anche per le tante difficoltà e questo serve anche per il futuro.

D. Che difficoltà ci sono e state trovando soprattutto in virtù del Covid?

R. E’ un momento non facile, col Covid dobbiamo iniziare a convivere. Può però essere un punto di forza in più da ritrovare in ognuno di noi. Dobbiamo farcene una ragione, i problemi ci sono, ma dobbiamo superarli.

Calcio a 5. Virtus Taranto: Joma sponsor tecnico per la stagione 2020/21




TARANTO. La Virtus Taranto di Fabio Buonafede, comunica ufficialmente di aver raggiunto l'accordo con Marco Cascarano, in rappresentanza del marchio Joma, come sponsor tecnico per la stagione 2020/21. 

I giovani ragazzi seguiti da Mister Buonafede, vestiranno quindi un marchio importante che spicca sul petto di compagini della massima serie come Sampdoria e Atalanta. La Virtus Taranto ringrazia la grande disponibilità di Marco Cascarano per l'accordo raggiunto.

Calcio a 5. Virtus Taranto, il collaboratore Francesco Scafolieri: "La nostra una realtà solida"


La società di mister Fabio Buonafede ufficializza l’arrivo del nuovo collaboratore tecnico Francesco Scafolieri. La famiglia della Virtus Taranto si arricchisce con la presenza di un’altra figura fondamentale. Si tratta di Francesco Scafolieri, che supporterà nel corso degli allenamenti mister Tedesco. Una figura determinante per la buona riuscita di ogni seduta per la crescita dei singoli ragazzi. 

D. Come è avvenuto il tuo primo contatto con la Virtus Taranto e come ti trovi in questa bella famiglia creata da mister Buonafede? Cosa ti occupi nello specifico?

R. Il mio primo contatto è arrivato tramite mister Tedesco che mi ha coinvolto in questa avventura. E’ un’avventura che inizialmente mi ha spiazzato, ma poi è un’idea che mi è piaciuta ed ho accettato. Io sono un supporto negli allenamenti. Devo dire grazie a mister Buonafede che ha creato questa famiglia e questa piacevole realtà. 

D. Nel tuo rapporto costante con i ragazzi, cosa cerchi di trasmettere soprattutto da un punto di vista umano?

R. Spero di trasmettere qualcosa di positivo ai ragazzi, ma soprattutto di divertirci che a mio parere è un fattore fondamentale. 

D. Quali sono le iniziative recentemente svolte dalla Virtus Taranto e quali saranno le prossime future?

R. Stiamo svolgendo un programma con mister Buonafede e mister tedesco, stiamo programmando alcuni eventi, ma è tutto nella fase iniziale. 

D. La forza della Virtus Taranto è anche il rapporto con diverse strutture di spessore. Quanto sono importanti?

R. La forza della Virtus Taranto è anche grazie alle strutture ed alle doti di mister Buonafede e di tutto lo staff. Le strutture sono ottime importanti e questo conferma quanto la nostra sia una realtà solida. 

D. Che difficoltà ci sono e state trovando soprattutto in virtù del Covid?

R. Stiamo rispettando le normative e la sicurezza seguendo tutte le leggi in vigore alla perfezione. Siamo attenti ad ogni minimo particolare.

Calcio a 5. Olympique Ostuni: confermato il giovane Edoardo Calò

OSTUNI (BR). Prosegue il mercato della formazione gialloblù dell’Olympique Ostuni, arriva la conferma di Edoardo Calò.

Edoardo Calò, dopo essere "nato" calcisticamente nella Virtus Palese e Atletico Ostuni (entrambe Calcio a 11), inizia il suo percorso nel calcio a 5 nel Futsal Cisternino all’età di 14 anni nella stagione 2015/2016 per poi arrivare nell’Olympique nell’estate 2016, vera e propria gavetta dal suo primo anno in Under 21 Nazionale all’età di 15 anni, cresciuto negli anni dove nella stagione 2018/2019 gli viene premiato l’ingresso in prima squadra; l’anno successivo diventa Capitano dell’Under 19 Nazionale diventando un vero e proprio pilastro della stessa, e in prima squadra Serie B, riesce nel finale di stagione a ritagliarsi il suo spazio, segnando anche 2 gol, nell’ultima gara contro il Torremaggiore prima dello stop causa covid-19.

Il centrale dell’Olympique ringrazia la società e il Presidente esprimendo soddisfazione per la riconferma.

"E’ un grande onore sapere che la Società ha deciso di pensare ancora a me aprendo questo nuovo capitolo della sua storia. La rosa sarà composta per lo più da giocatori giovani, motivati e di prospettiva. Mi metterò al servizio della squadra e del mister, il 31 agosto inizieremo la preparazione atletica e sarò pronto ad iniziare questa nuova avventura in C2. Insieme ai miei compagni non vediamo l’ora di iniziare, sarà una stagione dove ci prenderemo delle belle soddisfazioni".

Calcio a 5: Gigi Turi è il nuovo mister dell'Olympique Ostuni


OSTUNI (BR). Dopo aver guidato la panchina dei giovanissimi nella scorsa stagione con un ottimo risultato, Luigi Turi, guiderà la formazione dell’Olympique Ostuni nel prossimo campionato di Serie C2 di Futsal. La scelta del sodalizio gialloblù guidato da Daniele Andriola è arrivata nelle scorse ore.

In questi giorni la società sta scegliendo le pedine fondamentali per approcciarsi al meglio al prossimo campionato, dove l’Olympique sarà protagonista.

"Ringrazio la società che mi ha dato la possibilità di sedere sulla panchina dei 'grandi' – ha sottolineato coach Gigi Turi – cercheremo di costruire un roster, fatto di giovani interessanti che abbiamo già coltivato negli anni scorsi tutti made in Ostuni, a loro aggiungeremo qualche innesto con esperienza. Su tutto questo mi sto già confrontando con la società, con la quale collaboro in sinergia e con grande spirito propositivo. Trovarmi in una società come l'Olympique Ostuni che vanta un’esperienza ormai decennale nel mondo del Futsal, per me è solo motivo di grande orgoglio".

Luigi Turi è arrivato nella famiglia dell’Olympique nel 2018, è stato responsabile delle formazioni Under 21 Regionale e Under 19 Nazionale. Dal dicembre 2019 è stato scelto come allenatore dell’Under 19 ottenendo un ottimo risultato. Nel gennaio 2020 ha conseguito il patentino di allenatore di Calcio a 5.