Calcio a 5. Virtus Taranto, D’Auria: "Idee molto chiare sul futuro"


TARANTO. "E' un momento non facile, col Covid dobbiamo iniziare a convivere. Può però essere un punto di forza in più da ritrovare in ognuno di noi". Da poco nella famiglia della Virtus Taranto, Raffaele D’Auria si appresta ad essere uno dei nuovi punti di forza. Sarà infatti il nuovo collaboratore di mister Marco Casula, ovvero uno dei pilatri della scuola calcio realizzata da mister Fabio Buonafede.

D. Come è avvenuto il tuo primo contatto con la Virtus Taranto e come ti trovi in questa bella famiglia creata da mister Buonafede? Cosa ti occupi nello specifico?

R. Col mister ci conosciamo da tempo, sapeva che io volevo fare questa esperienza ed alla prima occasione mi ha tenuto presente nel progetto. Io ho accettato la proposta immediatamente, sono strafelice e lo ringrazio. Collaborerò con il mister Marco Casula.

D. Nel tuo rapporto costante con i ragazzi, cosa cerchi di trasmettere soprattutto da un punto di vista umano?

R. Quello che cerchiamo di trasmettere è soprattutto il rispetto delle regole, come nella vita è lo stesso nello sport. Quindi il rispetto deve venire prima di tutto, oltre all’amore per questo sport.

D. Quali sono le iniziative recentemente svolte dalla Virtus Taranto e quali saranno le prossime future?

R. Abbiamo ottime prospettive. Le attività sono riprese da poco, posso solo dire che sul futuro le idee sono molto chiare.

D. La forza della Virtus Taranto è anche il rapporto con diverse strutture di spessore. Quanto sono importanti?

R. Siamo in una città dove le strutture sono poche, quindi per noi della Virtus avere rapporti con più strutture è fondamentale anche per le tante difficoltà e questo serve anche per il futuro.

D. Che difficoltà ci sono e state trovando soprattutto in virtù del Covid?

R. E’ un momento non facile, col Covid dobbiamo iniziare a convivere. Può però essere un punto di forza in più da ritrovare in ognuno di noi. Dobbiamo farcene una ragione, i problemi ci sono, ma dobbiamo superarli.

0 commenti:

Posta un commento