Calcio. Allegri: "Allo scudetto mancano 37 punti. Era importante chiudere bene ma non è stato semplice"

TORINO - "Allo scudetto mancano 37 punti. Era importante chiudere bene ma non è stato semplice" ha dichiarato l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, dopo la vittoria di sabato 29 dicembre contro ala Sampdoria per 2 a 1.

"Ma dopo il rigore subito siamo andati in confusione. Ci siamo innervositi, avremmo dovuto continuare a giocare con tranquillità e serenità. Il Var? Se c'è giusto usarlo, fortuna che è stato fischiato il fuorigioco. Ronaldo? C'è la percezione che col suo arrivo avremo più possibilità di vincere la Champions. Siamo andati un po' in confusione, poi nel secondo tempo abbiamo avuto diverse occasioni. Fortunatamente sull'ultima azione c'era il fuorigioco. Dobbiamo migliorare alcuni momenti della partita e oggi l'abbiamo dimostrato. All'ultimo minuto abbiamo fatto tre azioni, nonostante fossimo in vantaggio e bastava tenere palla senza forzare. Nel secondo tempo abbiamo perso troppe ripartenze. Ronaldo, a fare gol e giocare, è il più bravo al mondo. Oggi tutti hanno fatto una buona partita. Dybala sta facendo bene perché dà qualità. Hanno fatto bene anche Emre Can e Rugani. Se allenassi una squadra avversaria sarei avvilito per questa Juve? Avrei ancora voglia di lottare. La Samp ha dimostrato di poter conquistare un risultato positivo contro di noi. Per noi Dybala è un giocatore importante. E' andato più volte vicino a far gol. Tiene palla, distribuisce e fa da raccordo".

0 commenti:

Posta un commento