Serie A, Chievo-Napoli 1-3: gli azzurri condannano i veneti alla serie B

(credits: Ssc Napoli)
di STELLA DIBENEDETTO - Il Napoli, reduce dalla sconfitta in Europa League contro l'Arsenal, vince 3-1 contro il Chievo grazie alla doppietta di Koulibaly e al gol di Milik e rimanda la festa scudetto della Juventus condannando i veneti alla serie B.

Carlo Ancelotti manda in campo il Napoli migliore per ritrovare subito la forma e prepararsi al meglio in vista della sfida di ritorno dei quarti di Europa League contro l'Arsena, in programma giovedì allo stadio San Paolo. Contro il Chievo Verona, i partenopei si divertono, giocano e mettono in mostra le qualità dei propri uomini trovando la rete del vantaggio al 15' con Koulibaly che non aveva ancora segnato in questa stagione. Il rappoddio, invece, porta la firma di Milik mentre a chiudere i conti è ancora Koulibaly che segna il suo secondo gol sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Una partita senza storia che vede il Chievo trovare il gol della bandiera al 90' con Cesar. Per i veneti non c'è stato nulla da fare contro un Napoli superiore per esperienza e qualità dei propri uomini e sono condannati in anticipo alla serie B.

"Una vittoria che ci toglie un po' di peso addosso, c'è stata molta attenzione e applicazione ma anche timore e tensione. Poi il gol di Milik ci ha sbloccato, siamo stati più sciolti nel gioco", ha dichiarato nel post partita Carlo Ancelotti ai microfoni di Sky. 

0 commenti:

Posta un commento