Calcio. De Laurentiis: "James risponde ad un desiderio di Carlo Ancelotti per il nuovo Napoli"

"Noi abbiamo sempre detto che avevamo bisogno di mettere a punto i due terzini e di mettere a punto un attaccante. James Rodriguez risponde ad un quadro di desiderio di Carlo Ancelotti, non so quanto risponda al 100% alle nostre esigenze di gioco però Ancelotti lo conosce e sa quanto può essergli utile. Io non faccio una piega, anche se è costosissimo andiamo avanti" ha dichiarato il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, in merito all'obiettivo di mercato, James Rodriguez, durante un'intervista a Radio Kiss Kiss.

"Questa è sicuramente una soluzione, se non dovesse andare in porto questa soluzione che stiamo elaborando con l’agente ed amico Jorge Mendes, si passerà con Mino Raiola alla possibilità di avere Lozano. Sento sempre dire 'Li prendiamo tutti e due', ma non esageriamo. Non posso prendere due così per non farli giocare, anche perché abbiamo i nostri da tutelare. Abbiamo Milik che è straordinario, abbiamo Mertens che è straordinario, abbiamo Younes che è straordinario. Ho sempre detto che prima di tutto dobbiamo vendere e poi comprare, ora siamo solo in una fase di studio del mercato. Per Manolas ci stiamo lavorando da quando Albiol ci ha comunicato il suo disinteresse a proseguire con il Napoli, dato che non vogliamo costringere nessuno a stare con noi anche in virtù della sua età. Se vuole andare via mi fa solo una cortesia. Per Manolas ci sono due scogli da superare: capire l’aspetto caratteriale che mi pare riscontri qualche problema, Giuntoli dovrà capire se è compatibile con il nostro spogliatoio perché non possiamo avere problemi. Il secondo nodo è legato alla Roma, bisogna capire che idee avrà la Roma. Dobbiamo capire a che prezzo acquisirlo, perché parliamo di un calciatore che inizia ad avere la sua età e che diventa un vuoto a perdere perché poi non lo puoi rivendere. Ci sto ad investire del denaro, ma la clausola deve essere abbassata perché se si abbina allo stipendio altissimo del calciatore è chiaro che siamo troppo alti. Con tutto il rispetto che ho di Manolas, con una logica legata alla sua età, lo valuto una cifra molto più bassa".

0 commenti:

Posta un commento