Calcio. Giampaolo: "Lavoriamo per non avere certe battute di arresto"

MILANO - "Lavoriamo per non avere certe battute di arresto. Per me è importante l'equilibrio" ha dichiarato l'allenatore del Milan, Marco Giampaolo, in vista della sfida di campionato con il Genoa. "Non bisogna ragionare con l'io ma con il noi. Sento la responsabilità per la squadra, la società, i giocatori ed i tifosi al di là degli interessi individuali, che non contano nulla rispetto al Milan. Dopo 4 sconfitte in 6 partite è chiaro che è tutto nero e i giudizi sono pessimistici, ma anche in questo caso servirebbe equilibrio. Io sarei molto cauto nel dare giudizi definitivi, come molti fanno. Le sconfitte intaccano il morale dei calciatori. Chi pensa che ne fregano si sbaglia, abbiamo analizzato i nostri errori, ci siamo confrontati. Abbiamo messo in atto tutte quelle strategie per superare il momento difficile. Quello che ci siamo detti resta tra noi. Romagnoli ha detto che morirebbe per me? I giocatori devono dare la vita per la maglia, non per me. La squadra credeva e crede nelle mie idee, anche se le sconfitte rischiano di intaccare il nostro lavoro. Bisogna essere forti nelle sconfitte, c'è da soffrire ed essere attenti ai dettagli".

0 commenti:

Posta un commento