Calcio. Moratti: "Se l'Inter è da scudetto? Le squadre devono avere continuità"

MILANO - "Il primo tempo è stato bellissimo, emozionante, il secondo più noioso e poi l'Inter è calata un po'", ha dichiarato l'ex presidente dell'Inter, Massimo Moratti, ai microfoni di 'Radio Anch'io Sport' su RadioUno.

"Se l'Inter è da scudetto? Le squadre devono avere continuità. Da interisti si spera che la Juve ne abbia di meno. L'Inter ha caratteristiche per aspirare allo scudetto, ma l'avversario mi sembra notevolmente forte. Le differenze tra Lukaku e Higuain? Lukaku si deve ancora adattare al gioco italiano, ha caratteristiche diverse da Higuain e i due non si possono paragonare. Mi sembra fosse più aggressivo in Inghilterra. C'è questa sensazione, una continuità di forza e carattere. Barella e Sensi, poi, hanno cambiato molto l'Inter, sono fortissimi e vivaci. Tutti questi presupposti fanno pensare che, con qualche acquisto giusto, la squadra può iniziare un ciclo fortunatissimo. Icardi? Non so cosa sia successo nell'Inter, per cui non giudico azioni e reazioni. Dal punto di vista calcistico sarebbe stato utile. L'allenatore incide parecchio. E' chiaro che deve avere una squadra forte ma è importante per le decisioni che prende. Non ce ne sono tantissimi di molto forti, è un buon colpo quello di Conte. La Juve ieri sera ha dato spettacolo. Parte da una base molto forte e dal gran lavoro di Allegri, ma ieri sera si sono viste azioni meravigliose. E Sarri ha già dimostrato di amare il bel calcio, ha portato qualcosa di nuovo".

0 commenti:

Posta un commento