Calcio. Pioli: "Il Milan è in un buon momento: l’interpretazione delle gare esterne è positiva"

"Il Milan è in un buon momento. I numeri non mentono mai, vuol dire che l’interpretazione delle gare esterne è positiva, che va in campo una squadra che vuole vincere" ha dichiarato il tecnico del Milan, Stefano Pioli, in conferenza stampa.

"Non abbiamo ancora fatto niente, siamo felici di quello che abbiamo fatto la settimana scorsa, ma ci sono ancora tanti obiettivi da raggiungere e tanta strada da fare. Mi chiedete a ogni vigilia se siamo al bivio, credo sia giusto, perché dobbiamo sempre pensare che la prossima sia la partita più importante, quella decisiva, solo così possiamo veramente svoltare la stagione, ma non è questo il momento di pensare dove saremo a fine campionato, c’è da tenere la testa sul manubrio, lavorare sulle cose buone che abbiamo fatto nelle ultime gare, ma anche nei difetti, non siamo sempre compatti, non sempre ci sono le giuste distanze in campo e per questo concediamo un po’ troppo. Ibrahimovic è un valore aggiunto per la posizione che ha in campo, per lo spessore, l’atteggiamento, la professionalità e la determinazione che mette in partita e in ogni giorno di lavoro, sta facendo molto bene e sta facendo molto bene anche ai compagni. Non mi sorprende che abbia avuto immediatamente questo effetto sulla squadra, parliamo di un campione che è stato e che è tra i migliori al mondo, è così da oltre 10 anni. Ho trovato una persona molto disponibile, è stato molto intelligente, non dico che sia entrato in punta di piedi perché uno come Ibra è difficile che lo faccia, ma ha studiato con curiosità. Lavoriamo per fare punti e per vincere non per pettinare le bambole, vogliamo portare il Milan dove è sempre stato".

0 commenti:

Posta un commento