Calcio. Gravina: "Chiesto al governo di poter disputare le partite a porte chiuse nelle zone interessate dal coronavirus"

Foto Ansa
ROMA - "Abbiamo chiesto al governo di poter disputare le partite a porte chiuse nelle zone interessate dai focolai di coronavirus" ha dichiarato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, al termine del Consiglio federale.

"Probabilmente già da domenica avremo partite a porte chiuse. Inoltre abbiamo espresso al ministro dello Sport la nostra preoccupazione per la chiusura degli impianti sportivi perché abbiamo l'esigenza di far allenare le squadre e c'è il rischio che si blocchi l'attività di preparazione. Ci dovrebbe comunque essere a breve un decreto ministeriale che disciplini tutto questo. Stiamo riflettendo anche su ipotesi alternative e a questo anche è servito l'incontro di stamattina con i medici federali. Per quanto riguarda le partite già rinviate lasciamo alla Lega ogni valutazione e decisione in merito. Noi siamo impegnati a dare massimo supporto alle varie leghe e ai campionati, rimanendo in stretto contatto con il ministro della Salute e con quello dello sport, in attesa delle determinazioni del governo. Inoltre la Lega Pro ha rinviato la nona e la decima giornata di ritorno nei gironi A e B e la Lega Dilettanti ha sospeso tutte le partite delle regioni coinvolte".

0 commenti:

Posta un commento