Calcio. Tronchetti Provera: "Se si fanno le cose per bene, la ripartenza del calcio può essere un bel messaggio da e per l’Italia"

(Ansa)
"Se si fanno le cose per bene, la ripartenza del calcio può essere un bel messaggio da e per l’Italia" ha dichiarato Marco Tronchetti Provera, amministratore delegato e vicepresidente Pirelli, durante questi due mesi e mezzo di lockdown. 

"Ho visto tantissima solidarietà nel dare un aiuto e la gente è stata rispettosa di tutto quello che è stato indicato. Si è vista un’Italia molto bella ed è su questa Italia che bisogna fare leva per guardare al futuro. L’Italia si è dimostrata un Paese serio e si è mossa meglio della gran parte dei Paesi, anche sulla ripresa del campionato. La Bundesliga è già partita? La Germania ha avuto una situazione meno grave della nostra. Se il calcio e la ripartenza vengono gestiti con rispetto verso il pubblico e gli appassionati, e senso di responsabilità, sarebbe un passaggio importante, utile, il sintomo di un’Italia che vuole ripartire bene. Mi sembra bizzarro un accordo tra Juventus e Inter, non è neanche fantascienza ma pura fantasia. Chi ha più responsabilità deve dare l’esempio ai cittadini e approfittare di questo periodo per ricominciare nel modo migliore. Sarebbe un grave errore non capitalizzare questa esperienza dove ci sono state sofferenze per tutti. Conte non ha bisogno di essere scoperto da nessuno, ha qualità straordinarie, un grandissimo allenatore che si trova ad avere un’opportunità con una squadra forte. Quello che vedremo rimane però una sorpresa perchè entriamo in un mondo di cui non abbiamo idea come sia. Conte penso abbia chiaro come sarà l’Inter da giugno ma noi appassionati siamo ansiosi di vederla: abbiamo lasciato una squadra che doveva scoprire un regista con grande potenziale e ora bisogna vedere se quel potenziale, in questi due mesi, è maturato al punto da diventare uno dei pilastri fondamentali della squadra. Riguardo Cavani, è un giocatore che ha avuto stagioni straordinarie, se venisse all’Inter spero possa ripetere i suoi exploit. Nel nostro campionato abbiamo giocatori esperti come Cristiano Ronaldo che stanno dimostrando di essere grandi campioni a dispetto dell’età. Tutte le scelte della società e dell’allenatore vanno rispettate, c’è l’impegno a dare un futuro di successo all’Inter e bisogna avere fiducia in loro. Più forte con Cavani e Werner ma senza Lautaro? Può esserlo, dipende molto da come gira tutta la squadra e dall’inserimento di Eriksen. Voglio ricordare, infine, Gigi Simoni, scomparso nei giorni scorsi: un galantuomo, un uomo dalle qualità umane straordinarie, una persona perbene" ha dichiarato ancora Marco Tronchetti Provera ai microfoni de ‘La Politica nel Pallone’ su Gr Parlamento.

0 commenti:

Posta un commento