Basket: Happy Casa Brindisi sconfitta per 76 a 71 sul campo dell'Umana Reyer Venezia

VENEZIA. Colpaccio esterno sfiorato per la truppa biancoazzurra di coach Frank Vitucci, vicinissima a compiere l’ennesima impresa di questo 2018 capitolando solo negli ultimi secondi di gioco per 76-71 sul campo dell’Umana Reyer Venezia.

Happy Casa Brindisi lotta per tutto l’arco della gara e tiene botta ai tentativi dei campioni d’Italia in carica di archiviare anzitempo la pratica. Solo i numerosi errori al tiro nel finale, le due stoppate prese da Mesicek e l’imprecisione di Moore consentono ai padroni di casa di tirare un grosso sospiro di sollievo e blindare il Taliercio.

Non basta l’ennesima doppia doppia di un quantomai generoso Cady Lalanne, autore di 15 punti e 14 rimbalzi in 35 minuti di gioco, sempre in campo nella ripresa. La sfuriata di Nic Moore non arriva questa volta nel terzo quarto e i biancoazzurri tamponano con le giocate del sempre ispirato Mesicek, top scorer dei suoi a quota 16 punti con 4/6 da 2 e 2/3 da 3.

Ottimo anche l’apporto di Tepic, a referto con 15 punti ma con un 5/10 da 2 punti nei momenti caldi dell’incontro. Dalla sponda veneziana invece un imperioso Peric tiene a galla i suoi con 21 punti e 8 rimbalzi, MVP del match nonostante i 5 falli commessi che lo costringono a seguire il palpitante fotofinish seduto in panchina.

Le due compagini non hanno offerto il miglior spettacolo offensivo, sbagliando entrambe molto dalla lunetta (Umana 10/20, Happy Casa 18/24). Le 10 palle perse dai biancoazzurri sulle 13 totali pesano sull’economia dell’incontro, così come le percentuali dalla lunga distanza (Umana 6/23, Happy Casa 3/15).

Archiviata la diciottesima giornata, i biancoazzurri torneranno in campo domenica 11 febbraio alle ore 17.00 per un’altra grande sfida: quella alle scarpette rosse dell’EA7 Emporio Armani Milano.

"Abbiamo sciupato la possibilità di provare a vincere, c’erano tutte le possibilità per farlo" ha dichiarato il coach dell'Happy Casa Brindisi Frank Vitucci in conferenza stampa "Abbiamo anche reagito sul -10, ma quando bisognava agganciare la Reyer non siamo stati abbastanza consistenti e, contro squadre di questo livello nettamente superiori a noi, non possiamo permettercelo.

Per vincere a Venezia non dovevamo commettere errori, ci sono costati tantissimo perché la Reyer è squadra che punisce ogni cattiva scelta. Penso al tiro strampalato in contropiede nel finale che ci ha portato a subire una tripla e ad andare di nuovo sotto nel punteggio. Nic non era nelle migliori condizioni per un incidente capitato in allenamento in settimana. Abbiamo sofferto la sua cattiva condizione fisica, ma ha fatto uno sforzo importante. Per il resto abbiamo faticato a trovare le misure alla fisicità di Venezia, ci abbiamo messo un po’ a capire di doversi proteggere sugli schiaffi e non lagnarci".

IL TABELLINO

Umana Reyer Venezia-Happy Casa Brindisi: 76-71

Parziali: (21-16; 36-33; 59-54; 76-71)

UMANA: Haynes 4, Peric 21, Johnson 11, Bramos 15, Tonut 4, De Nicolao 1, Biligha 10, Cerella 3, Watt 7, Daye, Ress ne, Bolpin ne. All.: De Raffaele.
HAPPY CASA: Mesicek 16, Suggs 5, Tepic 15, Lalanne 15, Cardillo, Smith 8, Moore 10, Giuri 2, Donzelli, Oleka ne, Canavesi ne, Sirakov ne. All.: Vitucci.

TIRI DA 2 PUNTI – UMANA: 24/47; HAPPY CASA: 22/44.
TIRI DA 3 PUNTI – UMANA: 6/23; HAPPY CASA: 3/15.
TIRI LIBERI – UMANA: 10/20; HAPPY CASA: 18/24.
RIMBALZI – UMANA: 36 (10 off); HAPPY CASA: 38 (8 off).
ASSIST – UMANA: 20; HAPPY CASA: 14.
PALLE PERSE – UMANA: 10; HAPPY CASA: 13.

Arbitri: Alessandro Vicino – Fabrizio Paglialunga – Nicola Ranaudo

0 commenti:

Posta un commento