Calcio. Higuain: "Una grande emozione tornare a vestire la maglia dell'Argentina"

TORINO - "Sono felice, sono tornato a vestire la maglia dell'Argentina. Voglio divertirmi e far divertire, è il bello del calcio, uno sport che però ha anche i suoi lati negativi: fai 7 gol in sette partite, poi all'ottava non segni e quello che hai fatto prima viene cancellato, ma ormai ci sono abituato e andrò avanti ancora a lungo" ha dichiarato l'attaccante della Juventus e dell'Argentina, Gonzalo Higuain.

"Il mio ritorno? Ho parlato con Sampaoli, ho avuto un momento non al top della forma, ma ora sto molto meglio e sono pronto ad aiutare l'Argentina, sono felice di essere di nuovo qui. Ho giocato nel Real e sono tra i 10 goleador di tutti i tempi del club, con l'Argentina sono tra i primi 6, nel Napoli nella top ten, spero di esserlo anche nella Juve. Io ho sempre cercato di dare il meglio ovunque, ascolto le critiche perchè so che dai migliori ci si aspetta sempre di più, ma grazie alla mia famiglia ho un carattere forte, ora diventerò papà e questa è una grande gioia, tutto il resto passa in secondo piano. Sono ai massimi livelli da 12 anni e giocare nei grandi club richiede un grande sforzo fisico e mentale, ma sono felice di quello che ho fatto e sto vivendo. Paulo Dybala mi ha fatto fare una montagna di gol. Purtroppo è stato infortunato, Paulo è un amico e cerco sempre di aiutarlo e di dargli consigli. So cosa significa giocare da giovani in un grande club, ho vissuto la stessa cosa quando ero al Real, ma lui ha un potenziale enorme, ha tantissimo da dare ma non deve bruciare le tappe, ho vissuto tutto questo e so che se non sei forte mentalmente le critiche, così come gli elogi, possono dare problemi. Non bisogna mai sentirsi il migliore, se sarà forte anche mentalmente Paulo è destinato a diventare un grandissimo crack. Voglio giocare ai massimi livelli in Europa ancora per un qualche anno, se lascerò l'Europa a 35 anni vorrà dire che ho fatto 15 stagioni al top, qualcosa di impressionante. Per me giocare in Nazionale è meraviglioso, ci sono stati momenti di grande sofferenza con questa maglia, abbiamo perso una finale Mondiale e due di Coppa America, la delusione è stata enorme, ma sentire l'affetto di tutti è stato molto bello e importante per me, mi ha dato la forza di andare avanti". 

0 commenti:

Posta un commento