Ceferin: "La Var in Champions League? E' ancora presto"

ROMA - "La Champions è come una Ferrari o una Porsche: non puoi guidarla subito, servono allenamenti, test offline. E tutti devono capire come funziona" ha dichiarato, in un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport il numero 1 del calcio europeo, Aleksander Ceferin.

"Per la Uefa è presto per la Var. Non significa 'mai', il processo è ineluttabile, l’avremo un giorno in Champions League. Ma non c’è fretta. Ho anche qualche timore per il Mondiale, dove avremo arbitri che non hanno mai diretto con la Var. Spero non succedano scandali o problemi. Ma è un torneo unico, è più facile, come è più facile il campionato con tutti arbitri italiani o tedeschi. Anche la Premier League però ha posticipato. E la Champions è diversa e a me non importa che si dica 'con Ceferin la Var è entrata in Champions'. Introdurla agli ottavi? Non sono per i cambi a torneo in corso, le regole devono essere le stesse dall’inizio alla fine. Altrimenti qualcuno potrebbe dire 'se c’era la Var due mesi fa…'. Ma poi in Real-Juve cosa sarebbe cambiato? Niente. C’è chi l’ha vista 20 volte quell’azione, io 50, ma per metà è ancora rigore e per l’altra metà no. In City-Liverpool, invece, sul gol annullato poteva essere utile. Ma poi ci sono altri problemi. Di regole, da avvocato conosco le leggi ma anche il fatto che vanno interpretate. Prendiamo il fuorigioco: seguendo alla lettera le regole di oggi, uno che ha il naso lungo sarebbe sfavorito anche se il naso non lo aiuta a far gol. Dobbiamo valutare le regole e, se serve, chiarirle prima. Realisticamente, nella stagione 2019-2020 potremmo avere la Var in Champions e all’Europeo. I limiti della Var? Non tutto è chiaro per tifosi e arbitri: non ce lo possiamo permettere. Poi ho visto alcune situazioni comiche in Germania, FA Cup e anche Italia: per il top dei top dello sport ci vuole il top dei top delle regole. Il tempo deve scorrere veloce e non possiamo farci prendere dal populismo. Dobbiamo risolvere i problemi, non compiacere qualcuno".

0 commenti:

Posta un commento