Iron Bike: oltre 600 iscritti per l'evento di domenica 8 aprile a Gravina in Puglia

GRAVINA IN PUGLIA. In men che non si dica il numero degli iscritti ha frantumato il muro del fatidico numero 600. Stanno giungendo da ogni regione del Sud Italia, infatti, le richieste di partecipazione alla 5^ Mediofondo di Mountain Bike Bosco Difesa Grande – 3^ tappa dell’Iron Bike 2018. Probabilmente la gara più conosciuta del campionato, sicuramente la più amata per il suo percorso suggestivo e carico di adrenalina, si svolgerà a Gravina in Puglia domenica 8 aprile, organizzata dallo storico sodalizio locale AmicinBici Losacco Bike.

Sarà a tutti gli effetti una special edition per tutti gli amanti della mountain bike e del ciclismo in fuoristrada: tratti di bosco fitto si alterneranno a guadi di impetuosi ruscelli, salite spezza gambe faranno il pari con discese adrenaliniche, il tutto condito da abbondanti dosi di paesaggio mozzafiato.
Numerose e radicali, infatti, le novità dell’edizione 2018, tra cui il passaggio all’interno del "Canyon La Gravina", elemento suggestivo fortemente voluto per lasciare gli atleti a bocca aperta e per rimarcare il viscerale legame della mountain Bike con il territorio, che permette una simbiosi atleta-natura impensabile per altri sport. Si tratta di una novità assoluta per la mountain bike in Puglia: uno scenario unico per il ciclismo e sino ad oggi del tutto inedito. 42 km e 1050 metri di dislivello: questi i dati dell’impegnativo percorso agonististico, già testato in massa nella prova percorso svoltasi la mattina del sabato Santo. Una trentina scarsa i chilometri per il tracciato non agonistico, dedicato ai cicloturisti.

Percorso estremamente divertente, con tutte le componenti del fuoristrada attive, ma anche di difficile interpretazione, a causa della presenza di numerosi "muri", corte ma impervie salite mozzafiato sulle quali sarà necessario dosare bene le forze. Punti di forza del tracciato il guado di due ruscelli e la possibilità di pedalare accanto agli insediamenti rupestri nel paleolitico. Storicamente molto apprezzata la sezione storica nel bosco Difesa Grande, che seppur ferito dagli incendi di agosto 2017, è sempre pronto a far divertire i ciclisti nei suoi sentieri ricoperti di foglie di quercia.

Questo il programma: Ore 7.00 / 9.00 ritrovo, verifica licenze, Consegna numero di gara, consegna CHIP presso l’area panoramica di Capotenda a ridosso del canyon (via Madonna della Stella nei pressi del passaggio a livello). Ore 9:30 partenza ufficiale. Premiazione a partire dalle 12:30: saranno premiati i primi 3 assoluti ed i primi 5 di ogni categoria. Previsti 15 premi speciali a sorteggio. Confermata la prova per le E-BIKE, biciclette a pedalata assistita. La partenza della gara dedicata avrà luogo 10 minuti prima della corsa ufficiale.

Composta da giovanissimi, esordienti, allievi e amatori, la storica associazione di Gravina fa perno sul direttore sportivo Franco Losacco, uno dei più longevi commercianti e meccanici di biciclette nella città murgiana. Dal 2015 l’ASD Amicinbici ha aperto una scuola di ciclismo riconosciuta dalla Federazione Ciclistica Italiana a livello nazionale.

Storica organizzatrice del Giro-Vista Torre Belmonte, tecnica gara di cross country, da cinque anni si cimenta con successo con la Mediofondo Bosco Difesa Grande, nel calendario dell’Iron Bike sin dalla prima edizione. Le precedenti edizioni della Mediofondo sono risultate essere sempre le più partecipate del circuito Iron Bike, con 552 partecipanti nel 2015, 650 nel 2016 e 550 nel 2017.

Le iscrizioni sono aperte a questo link sul portale dei cronometristi icron.it. Inoltre tutti gli atleti tesserati presso la FCI, Federazione Ciclistica Italiana, sono tenuti tassativamente (pena l’esclusione dall’elenco dei partenti) ad effettuare l’iscrizione sul portale federale "Fattore K". Tale obbligo vale sia per i cicloamatori che per gli agonisti.

La quota di iscrizione, per i soli cicloamatori, è fissata in € 25,00 a cui aggiungere il costo del chip di cronometraggio (€ 5,00 da versare in loco).

0 commenti:

Posta un commento