Calcio. Hamsik: "La Cina mi ha tentato parecchio, ma Ancelotti mi voleva al Napoli"

NAPOLI - "La Cina mi ha tentato parecchio, mi avrebbe cambiato la vita e ho detto che volevo andarci, non mi nascondo. Ma alla fine non se n'è fatto niente e per me sarà ancora un onore indossare questa maglia, ce la metterò tutta dal primo all'ultimo minuto come sempre" ha dichiarato il giocatore del Napoli Marek Hamsik ai microfoni di Sky.

"Carlo Ancelotti mi ha chiamato un paio di volte mentre ero in Slovacchia. Mi ha sempre detto di volermi in squadra, di non andare via e alla fine è stato così. Penso che sia contento che io sia rimasto e lo sono anch'io, è sempre bello quando un allenatore ti vuole. Stiamo lavorando benissimo, sereni, ieri abbiamo fatto una bella partita e ci faremo trovare pronti per inizio campionato. A chi assomiglia Ancelotti fra gli allenatori che ho avuto qui? Mi ricorda Reja, per la sua serenità. Viviamo tranquillamente questo ritiro, è una persona eccezionale e tutto questo ci aiuterà a esprimere le nostre migliori qualità. Ci aspetta ancora una settimana lunga ma sta finendo, non vediamo l'ora di giocare partite importanti". 

0 commenti:

Posta un commento