Calcio. Politano: "Vestire la maglia dell'Inter per me è un onore"

Parliamo oggi di un nuovo acquisto dell'Inter: si tratta del centrocampista e attaccante Matteo Politano, preso dal Sassuolo.

"Quando ho ricevuto la chiamata del mio procuratore ero a Los Angeles. Dormivo, ma e' stato uno dei risvegli piu' belli della mia vita" ha dichiarato lo stesso Politano.

"Ho provato un'emozione indescrivibile. Sapevo del prestito ma ho voluto fortemente l'Inter perché per me é un onore, sta a me ora guadagnarmi la fiducia del mister, della società e del presidente. A gennaio avevo l'opportunità di andare al Napoli, ma il Sassuolo mi ha detto di rimanere per rinforzare il mio percorso di crescita. In quei sei mesi ho fatto un grande salto di qualità e sono felice così. Non mi pongo degli obiettivi legati ai gol. Cerco di andare in campo e dare sempre il massimo. Il gol fa sempre piacere quando arriva, ma conta dare il meglio, il gol è una conseguenza. Quando Iachini mi ha spostato da esterno a punta mi sono trovato bene. All'inizio della carriera ero legato al 7, ma quando sono arrivato al Sassuolo era occupato e allora ho preso il 16, giorno in cui sono nati mia moglie e mio fratello. Continuerò a usarlo qui, mi ha portato fortuna. Con Luciano Spalletti ho già parlato, ma per cinque minuti, ci sarà modo in ritiro. Io sono a disposizione qualsiasi ruolo decida di farmi fare. Ho giocato sempre da esterno destro, ma negli ultimi due anni ho svariato molto, anche al Sassuolo con Di Francesco ho cambiato spesso fascia. La concorrenza con Perisic? Sono a disposizione del mister, per me è un onore giocare per l'Inter, darò sempre il massimo e sarà l'allenatore a fare le scelte. La Nazionale? L'Inter aiuta, ma parla sempre il campo: il primo obiettivo è far bene con l'Inter, la Nazionale viene dopo".  

0 commenti:

Posta un commento