Bari: il +8 dalla Nocerina ti frena nella "fuga"

di NICOLA ZUCCARO - Nove vittorie (4 delle quali in terra siciliana, per il 2-0 di ieri sul campo del Gela) e 3 pareggi, uno dei quali ottenuti sempre in Sicilia, a Marsala, il 21 ottobre. Un ruolino di marcia che ha consentito al Bari di raggiungere i 30 punti al termine della dodicesima giornata del Campionato di Serie D 2018-2019. Una quota che per la legge dei grandi numeri, pone le basi per la fuga, ma che per la durezza del Torneo Interregionale, impone realismo e cautela. 
Elementi, questi ultimi, richiesti quando si è alle porte di un inizio di dicembre altrettanto impegnativo per il Bari. Se è vero come è stato poi vero che il Bari, ha superato quelle difficoltà ambientali e logistiche, prima e durante la gara di Gela, è altrettanto vero che il Bari dovrà confermare di essere l'osso duro del Girone I, anche nelle restanti gare della prima parte di questo Campionato. E per farlo, dovrà smentire di essere timoroso dell'avversario di turno (indipendentemente dal blasone di esso), a partire da domenica 2 dicembre nel confronto interno contro la Nocerina. 
Lo spirito giusto preannunciato dal tecnico dei Molossi, Gerardo Vicino, fa da preambolo ad una sfida che non dovrà ingannare i galletti per gli otto punti di vantaggio sui campani. Essi, reduci dall'1-0 interno sul Rotonda, rientrano, assieme ai corregionali della Turris (lo 0-0 di essi del 14 ottobre al San Nicola, a tutt'oggi, lo conferma), nel novero degli avversari ostici del raggruppamento I, alla luce del 4-0 esterno inflitto al Locri, nel pomeriggio di domenica 25 novembre 2018. 

0 commenti:

Posta un commento