Il Bari non sa più vincere in trasferta

(credits: Ssc Bari)
di NICOLA ZUCCARO - Poteva essere il quarto successo esterno, dopo il 3-1 ottenuto il 4 novembre in quel di Acireale, ma così non è stato per il Bari che, dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio per 1-0 sul campo del Castrovillari, si fa raggiungere dai locali nella ripresa per quel definitivo 1-1 che lascia non poche perplessità sulla effettiva solidità dei galletti, anche lontano dal San Nicola.

Ebbene sì, la congiunzione copulativa precedentemente utilizzata, richiama ancora una volta l'attenzione della stampa barese sulla mancanza di quella concretezza e di quella cattiveria, determinanti per poter chiudere anzitempo la gara con un largo punteggio a proprio favore. Una lacuna già intravista nel precedente confronto interno con il Città di  Messina e sulla quale mister Cornacchini dovrà continuare a lavorare in vista del prossimo impegno casalingo contro la Palmese previsto per le 14.30 di domenica 18 novembre.

I calabresi, reduci dallo 0-0 in casa, con il Rotonda, stanno recuperando terreno in classifica, portandosi a -3 dalla Nocerina, prima inseguitrice del Bari con 19 punti. I campani, dopo essere passati in svantaggio al San Francesco di Nocera Inferiore, riescono a pareggiare per 1-1, conservando le 5 lunghezze di distacco da un Bari che, con un successo in terra calabrese, avrebbe potuto ulteriormente consolidare il primato di una classifica. Essa, al termine del primo turno infrasettimanale dell'interregionale 2018-19, si presenta ancora e piuttosto corta per poter definitivamente esprimere i canonici verdetti di fine stagione. 

0 commenti:

Posta un commento