Calcio. Gravina: "C’è un nuovo approccio di intendere il calcio italiano"

"Stanco, ma soddisfatto" ha dichiarato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, tracciando un bilancio a ormai nove mesi dalla sua elezione a numero uno del calcio italiano.

"C’è un nuovo approccio di intendere il calcio italiano perché c’è una nuova cultura sportiva e questo mi gratifica su tutto. Si può fare di più e ne sono convinto perché mancano due elementi molto importanti che sono la valorizzazione dei settori giovanili e le infrastrutture. Poche, pochissime invece le chance che l’Italia possa giocarsi il torneo per la qualificazione olimpica di Tokyo 2020 visto che c’è una norma chiara e che ad oggi non permette interpretazioni in riferimento alla posizione della Gran Bretagna che si è qualificata grazie all’Inghilterra nel recente Mondiale femminile disputatosi in Francia. Ottimismo invece in merito alle domande presentate dalle società Palermo, Calcio Foggia 1920, Arzachena Academycs e Lucchese 1905 per partecipare al prossimo campionato di Serie D. Entro le 10 di domani mattina è previsto l’invio al presidente federale dell’apposita commissione sulle domande ex art.52 comma 10 delle Noif per consentirne l’iscrizione al massimo campionato dilettantistico. La commissione da noi incaricata sta valutando tutti i requisiti e mi sembra che non ci siano preoccupazioni e anomalie. Già domani durante il Consiglio della Lega Nazionale Dilettanti si potrebbe definire il tutto".

0 commenti:

Posta un commento