Matteo Ciofani, attaccante aggiunto del Bari?

di NICOLA ZUCCARO - E' il 50' di Bari-Virtus Francavilla quando Antenucci serve un pallone a Matteo Ciofani che, avanzando dalle retrovie, scarica un fendente per il definitivo 2-0. Un goal dal triplice valore quello realizzato dal neo biancorosso perché, oltre a consegnare al Galletto la rivincita sulla compagine brindisina per l'1-0 subìto all'andata, consente al Bari di insediarsi solitariamente al secondo posto della classifica del Girone C.

Il terzo valore - complice la voglia di riscatto dell'ex difensore del Pescara - riguarda il prezioso apporto che potrà giungere dalle retrovie per la fase offensiva e realizzativa nella quale, sinora, pur con le 14 reti di Antenucci (l'ultima ieri su rigore per l'1-0) e con le 9 reti di Simeri, il reparto avanzato necessita di valide alternative.

Attendendo l'inserimento a tempo pieno di Rocco Costantino, quale altro innesto offensivo giunto dal mercato di riparazione biancorosso, in ossequio a quel "di necessità bisogna fare virtù", il miglior attacco del Bari è la difesa. E ciò, in un campionato lungo e duro come quello di Serie C, è un aspetto che, se curato con la massima attenzione, potrà rivelarsi prezioso per il finale di stagione. 

0 commenti:

Posta un commento