Calcio. Chiellini: "E' stato bello ricominciare gli allenamenti"

(Ansa)
"A casa in famiglia, durante la quarantena, sono stato benissimo e quando sono stato richiamato alla Continassa, mi è piombata la tristezza addosso. Però mi è bastato uscire con la macchina allo svincolo di Venaria perché mi si riaccendesse subito qualcosa. È stato bello ricominciare" ha dichiarato il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini.

"Non so se e quando riprenderà il campionato: questa pandemia ci sta insegnando a vivere il presente, ad adattarci a cambiamenti quotidiani, a ragionare su un futuro di due mesi al massimo. Avevamo comunque bisogno di ripartire, non è semplice e l’ho notato in compagni più giovani di me. E se si ripartirà anche col campionato, bisognerà farlo a porte chiuse. Se penso a tre mesi senza tifosi mi passa la voglia. Ci vorrà una forza mentale sovrumana e difatti mi chiedo: ma perché lo devo fare? Ma anche: e perché no? È il nostro lavoro e dobbiamo adattarci, come anche a tutto il resto. Riguardo il taglio degli stipendi, ho fatto solo da tramite. La volontà era di trovare una soluzione che aiutasse il club in un momento di difficoltà e desse un esempio alla nazione, perché non è vero che noi calciatori viviamo fuori dal mondo. Non è stato facile mettere d’accordo 25 persone, ma è stato un gesto di grande maturità da parte nostra. Higuain, conoscendolo, mi ha sorpreso. È un ragazzo impegnativo perché devi coccolarlo, stimolarlo. Ha bisogno di affetto per alimentare le potenzialità incredibili che ha. Tornerà? Lo aspettiamo" ha dichiarato ancora Giorgio Chiellini in un'intervista a "Repubblica".

0 commenti:

Posta un commento