Calcio. Conte: "Siamo pronti per iniziare una nuova stagione, molto più difficile dell’anno scorso"

(Ansa)

"Con i dirigenti dell'Inter ci sono stati confronti sulle vedute, anche diverse, ma in tutte le buone famiglie è giusto che ognuno esponga le proprie ragioni, giuste o sbagliate che siano. Ci sono stati sempre confronti onesti e leali con chi lavora per il club, da parte mia c’è grande serenità e voglia di continuare a fare ciò che so fare meglio, lavorare insieme ai calciatori. Siamo pronti per iniziare una nuova stagione, molto più difficile dell’anno scorso" ha dichiarato il tecnico dell'Inter, Antonio Conte.

"Se ci si trova tra persone intelligenti che hanno l’unico obiettivo di fare il bene dell’Inter, si trova sempre una soluzione e sono contento perché stiamo proseguendo un percorso iniziato e proseguito tutti insieme, affrontando le problematiche che ci sono state e ci saranno, con la consapevolezza di voler fare tutti il bene dell’Inter. Per quanto riguarda il mercato, in totale accordo con il club abbiamo valutato e scelto una strategia, tenendo conto di quello che ha detto la proprietà sulla situazione particolare che stanno attraversando tutti i club, cercando di cogliere le opportunità. Lavoriamo in totale sintonia, volendo consolidare le credibilità che ci siamo conquistati l’anno scorso. Abbiamo fatto 82 punti, risultati raggiunti che dimostrano una credibilità ritrovata a livello nazionale e internazionale, questo ci deve dare forza e coraggio e far capire che la strada intrapresa è quella giusta. Una strategia accettata da tutti con la volontà di fare il bene dell’Inter. Per quanto riguarda la nuova stagione, è sempre difficile fare pronostici o dare percentuali. L’anno scorso dissi che avevo sposato il progetto Inter perché per me era importante avere la percezione di avere anche pochissime speranze di poter vincere, e avevo ragione perché siamo arrivati vicini a vincere qualcosa e siamo stati protagonisti in tutte le competizioni. Vince una sola squadra, però questo non deve oscurare quello che abbiamo fatto. Penso di essere molto duro con me stesso e dimentico di godermi il percorso fatto. Nessuna squadra ha l’obbligo di vittoria, perché nessun allenatore può assicurare al cento per cento di riuscire a vincere. Squadre come l’Inter hanno l’obbligo di essere protagoniste, di essere competitive fino alla fine. Essere tra i protagonisti durante l’anno, questo deve essere il nostro obiettivo, cercare di essere nelle competizioni fino alla fine della stagione, poi ne vince una e l’anno scorso non siamo stati noi. Però si è parlato poco di quello che abbiamo fatto, cioè qualcosa di straordinario" ha dichiarato ancora Antonio Conte.

0 commenti:

Posta un commento