Calcio. Allegri: "Siamo dei leoni feriti ma non siamo ancora morti"

TORINO - "Siamo dei leoni feriti ma non siamo ancora morti" ha dichiarato l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, durante la conferenza stampa della vigilia di Benevento-Juventus.

"La Juventus è ancora in corsa in tutte le competizioni e che lotterà fino all'ultimo per vincere a cominciare dalla gara contro il Benevento, crocevia importante nella corsa al settimo scudetto. E' una partita di campionato che non possiamo sbagliare, assolutamente da vincere tra l'altro contro una squadra che in casa ha battuto il Verona e la Sampdoria, ha fatto buone partite in trasferta, gioca bene a calcio, giocheremo alle 15 e c'è il primo caldo della stagione. Mancano 8 partite alla fine del campionato e la partita è una di quelle da vincere, dovremo mantenere il vantaggio sul Napoli, altrimenti permettiamo al Napoli di avere più chance nella corsa per lo scudetto. I nostri obiettivi non cambiano. Bisogna smaltire la sconfitta contro il Real Madrid e non c'è altro modo per farlo che vincere subito la partita dopo. Chi non ha giocato ha fatto un buon allenamento, tutti insieme hanno fatto un buon allenamento e poi la rifinitura. Siamo pronti a riprendere il cammino in campionato. A malincuore bisogna accettare questa sconfitta però la squadra ha fatto una buona partita ed è cresciuta sul piano della gestione della palla rispetto a Cardiff. Ricordiamoci che la Juventus ha fatto quattro anni di alto livello europeo contro grandi squadre. La Juventus, da quando sono arrivato, ha cambiato 9 titolari. Nella rosa della Juventus ci sono 10 giocatori che vanno dal 1990 al 1997 quindi ha già lavorato per il futuro. Tutti gli anni la Juventus ha messo dentro giovani di qualità miscelati a giocatori di grande esperienza. Quindi non c'è bisogno di rinnovamento. In Champions League, la Juventus ha fatto un quarto di finale, un ottavo di finale e due finali. Sono numeri importanti per una squadra europea. Se poi tutti gli anni si vuole vincere la Coppa, si vuol vincere il campionato e si vuol vincere la Coppa Italia, gli altri cosa fanno? La squadra è pronta a proseguire un'avventura, per essere competitiva in Italia e in Europa. Poi in Europa, quando arrivi agli ottavi e ai quarti di finale può succedere di tutto".

0 commenti:

Posta un commento