Calcio. Mattarella: "Voi rappresentate un modello, aiutate gli arbitri"

"Voi rappresentate un modello, aiutate gli arbitri" ha dichiarato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai rappresentanti di Juve e Milan che si affronteranno all'Olimpico per l'assegnazione della Coppa Italia.

"E' un piacere incontrarvi, mi dispiace non poter assistere all'incontro come ho fatto negli anni passati, ma sono certo sarà un grande incontro che coinvolgerà tante persone non solo gli spettatori allo stadio ma anche davanti alla tv. Tra coloro che lavorano al Quirinale ci sono sostenitori di tante squadre ed anche molti juventini e milanisti. Io guardo con uguale simpatia a tutte le squadre l'Italia, ma vi auguro di fare un grande incontro perché, come tutte le squadre, voi siete la punta più avanzata e conosciuta di un grande movimento sportivo che è il più popolare, seguito ed amato nel nostro Paese e non solo. Il calcio rimane lo sport più seguito e amato dai nostri concittadini. Quindi avete una grande responsabilità, rappresentate il modello a cui guarda un grande numero di persone nel nostro Paese. Un modello per i calciatori delle serie inferiori, gli amatori, i dilettanti, i bambini che guardano a voi con ammirazione, questo vi dà una grande responsabilità ed è di grande importanza. Buffon e Bonucci hanno detto cose importanti, rappresentano due squadre che si devono affrontare con correttezza. Questo mi fa pensare agli arbitri, miei colleghi. Quando sono stato eletto Presidente della Repubblica ho giurato e letto il discorso paragonandomi ad un arbitro ed assicurando la mia imparzialità. C'è stato un grande applauso, poi ho aggiunto che i giocatori lo devono aiutare, è necessario l'aiuto. Bisogna ricordare che un arbitro può condurre bene una gara se ha un buon aiuto. Seguo quando posso e vedo tanti esempi di correttezza e sono importanti perché si trasmettono a tanti giovani. I nostri arbitri sono i migliori al mondo, qualche volta qualche errore è inevitabile, ma vedendo quanto avviene nelle Coppe possiamo essere contenti dei nostri arbitri ma vanno aiutati. Gli arbitri che non si notano è il segno che i protagonisti stanno svolgendo alla perfezione il loro compito. Ma devono essere aiutati. Spero di riuscire a vederla".

0 commenti:

Posta un commento