Serie A, B e C verso la ripartenza scaglionata


di NICOLA ZUCCARO - Prima la Serie A, poi la Serie B e dopo la Serie C se quest'ultima sarà in grado di poter affrontare la ripartenza del rispettivo campionato. 

E' l'idea scaturita dal confronto, svoltosi mercoledì 15 aprile 2020, fra la Figc e la commissione medico-scientifica insediata per trovare una soluzione che consenta la regolare conclusione dei rispettivi tornei. Ma, prima di tornare in campo, si dovranno svolgere tutti i controlli medici principali, tamponi compresi, per mettere in sicurezza i calciatori e gli addetti ai lavori delle prime tre categorie nazionali. Un piano di lavoro che conferma la volontà del calcio italiano di evitare corsie preferenziali. E' quanto ribadito al termine dell'incontro avuto con l'organismo sanitario incaricato dalla Figc di stilare i protocolli di ripartenza dell'intero settore, dall'attuale presidente Gabriele Gravina.   

0 commenti:

Posta un commento