Calcio. De Ligt: "Felice di essere alla Juventus: è bello poter tornare ad allenarmi con i compagni"

(Ansa)
"E' già un traguardo magnifico poter tornare ad allenarmi con i compagni" ha dichiarato il difensore olandese della Juventus, Matthijs De Ligt 

"Ho trovato alla Juventus un gruppo eccezionale, sono stati veramente carini e disponibili con me, nessuno escluso. Mi hanno fatto sentire immediatamente parte di una famiglia. Certo che sono felice alla Juventus, qualcuno ha inventato un po’ di cose sul mio conto. Sono veramente felice di essere qui, di allenarmi ogni giorno con giocatori straordinari, ho la costante sensazione di migliorare giorno per giorno e quindi ora sono molto contento alla Juventus. Cristiano Ronaldo è un professionista stupefacente. Il migliore della sua generazione, uno dei migliori giocatori di sempre. Anche negli allenamenti è pazzesca l’intensità che ci mette e ti chiedi se ha davvero 35 anni. Vuole vincere sempre e per vincere devi avere ottimi compagni. E noi vogliamo dimostrargli che siamo all’altezza, quindi sì, è esigente, ma forse sarebbe meglio dire stimolante. Sono rimasto colpito da Dybala, che ha una tecnica davvero sbalorditiva. L’altro, e forse a qualcuno potrebbe suonare strano, è Rodrigo Bentancur, giocatore dalle qualità tecniche davvero sorprendenti. Credo che sia parecchio sottovalutato, è un grande giocatore con un grande futuro davanti. Potrei tranquillamente essere figlio di Buffon, perché lui ha 42 anni, vi rendete conto? Quando parliamo non si sente mai questa differenza di età: è così un bravo ragazzo e un campione straordinario e disponibile. Continuo a imparare cose da lui. Ha un’enorme esperienza e mi piace il modo in cui ci parla. Quello che mi piace dell’Italia è l’amore che c’è per la fase difensiva, come in Olanda c’è l’amore per l’attacco. Le mie difficoltà all’inizio sono state quelle di concettualizzare la difesa di una zona del campo dopo anni in cui, all’Ajax, marcavo uomo su uomo. Sarri è un tattico. Molto attento a quell’aspetto e con un’idea di calcio estremamente precisa. Vuole costruire dal basso, giocare un calcio tecnico, più o meno come ero abituato all’Ajax. In fondo puoi dire che è molto ‘olandese’, anche se rimane forte la sua italianità. Si potrebbe dire che lui è la via italiana al calcio totale degli olandesi. In questi primi allenamenti ho visto molti miglioramenti soprattutto nel gioco, nel modo in cui portiamo la pressione, nel modo di gestire la palla. Ora dobbiamo vedere come funzionerà in partita che è una situazione sempre più difficile dell’allenamento, ma partiamo da un’ottima base. Il primo obiettivo è vincere la Coppa Italia, visto che oltretutto in pochi giorni è in palio il trofeo. Poi inizierà il campionato e, ovviamente, vogliamo vincere anche quello. Poi ci concentreremo sulla Champions League" ha dichiarato ancora Matthijs De Ligt in un'intervista rilasciata a "Tuttosport".

0 commenti:

Posta un commento