Calcio. Percassi: "Per l’Atalanta è fondamentale avere una famiglia costituita da gente in gamba e con tanta passione"

(Ansa)

"Onestamente ho dormito pochissimo, pero siamo felici di come sono andate le cose. Questo traguardo era inimmaginabile a inizio stagione e contro il Psg abbiamo fatto una grande partita. Peccato perché la stavamo vincendo al 90′, siamo stati penalizzati dai loro fuoriclasse e da qualche infortunio, ma dobbiamo essere orgogliosi per il risultato e per la prestazione fatta" ha dichiarato il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, il giorno dopo la sconfitta subita nei minuti finali contro il Paris Saint-Germain nei quarti di finale di Champions League. 

"Cosa ho detto ai ragazzi? Che sono stati fantastici, strepitosi, dei grandi professionisti. Parlo dei giocatori ma anche dello staff tecnico e di tutti coloro che stanno lavorando con noi. Per l’Atalanta è fondamentale avere una famiglia costituita da gente in gamba e con tanta passione. Ho visto i giornali, parlano tutti benissimo della nostra squadra: abbiamo rappresentato un popolo che ha sofferto tanto e penso che abbiamo fatto del bene, peccato esserci bloccati all’ultimo miglio. Ci sono parecchie cose da fare, abbiamo cantieri aperti e altri ne apriremo. Da qui ai prossimi tre anni abbiamo in programma il completamento dello stadio e anche del centro sportivo di Zingonia. La macchina è in movimento. Se riusciremo a giocare la prossima Champions al Gewiss Stadium? Stiamo facendo il possibile e penso che probabilmente ce la faremo. Ora che abbiamo terminato questo tour de force, interverremo dove si potrà fare per rinforzare la squadra. Non vogliamo perdere nessun big: se arrivano cifre inimmaginabili faremo le dovute valutazioni, ma vogliamo dare continuità alla rosa e migliorarla dove possibile. Obiettivo scudetto? No, pensiamo a salvarci. Non lo dico per scaramanzia, ma perché è davvero la cosa più importante dopo quello che abbiamo sofferto in questi anni. Tutto quello che arriva in più è fantastico" ha dichiarato ancora Antonio Percassi.

0 commenti:

Posta un commento