Calcio a 5: Puglia eliminata dal Torneo delle Regioni

C'è tanta delusione per l'eliminazione delle rappresentative pugliesi Juniores Maschile e Femminile dalla 57^ edizione del Torneo delle Regioni di Calcio a Cinque in Umbria. Arriva proprio nell'ultima giornata della fase a gironi il verdetto che spegne i sogni delle due squadre pugliesi, reduci dalla sconfitta per 3-2 rimediata contro il Veneto (Femminile) e dal 4-4 maturato contro il Molise (Juniores Maschile). Per effetto di questi risultati la comitiva farà rientro domani in Puglia, mentre la competizione osserverà un turno di riposo prima dei quarti di finale in programma giovedì 26 aprile.

PUGLIA-VENETO 2-3 (Femminile)

L'insperato pareggio ottenuto ieri dal Veneto contro l'Emilia Romagna e la contemporanea vittoria della squadra allenata da Gianvito Defilippis contro la Sicilia riapre la lotta per il primato del girone B. Diventa di fondamentale importanza, dunque, battere il Veneto per provare a centrare l'obiettivo senza fare calcoli. Per farlo, il tecnico pugliese conferma lo stesso quintetto iniziale che ha vinto nel secondo turno, dando fiducia ancora una volta a Tetro (Sammichele). Puglia in vantaggio al primo affondo con capitan Lorusso (Molfetta), che sfrutta una percussione in area di D'Alessandro (Manfredonia 2000) e piazza un destro morbido alle spalle del portiere avversario. Il possesso palla delle ragazze di Defilippis mette sotto il Veneto, che però non demorde e acciuffa il pari al 4' con una bella azione manovrata che sorprende la retroguardia pugliese. Narsete (Makula Molfetta) compie un paio di interventi decisivi salvaguardando il risultato, ma il Veneto in questa fase diventa molto più aggressivo e prende campo. Gallina (Atletic Club Taranto) fallisce di pochissimo l'appuntamento col primo gol nel torneo, ma è un bolide di Morrone (Manfredonia 2000) a centrare il raddoppio al 9' sugli sviluppi di un fallo laterale. È sempre Gallina la più pericolosa della squadra pugliese, ma il suo doppio tentativo a rete fallisce a distanza ravvicinata. Come spesso accade, sono le avversarie ad approfittare dell'imprecisione della squadra pugliese. Così il Veneto raddrizza ancora una volta il risultato con una conclusione da fuori area al 14' minuto di gioco. La partita viaggia sul filo dell'equilibrio fino al miracolo di Narsete, che si conferma insuperabile quando il gioco si fa duro. Prima dell'intervallo Tetro potrebbe riportare la Puglia in vantaggio, ma spara addosso al portiere in uscita. Nella ripresa la paura di perdere mette il freno a mano sulla fluidità della manovra di entrambe le squadre, non mancano però occasioni da rete nei primi 7' di gioco. Il pareggio potrebbe non bastare a nessuna delle due, così a beneficiarne è lo spettacolo in campo. Una disattenzione di Tetro (che restituisce palla al portiere) produce una punizione dal limite che porta il Veneto in vantaggio per la prima volta. E sarà questo il gol che deciderà la partita. La Puglia infatti si scopre e rischia di subire ancora, ma negli ultimi 9' succede di tutto. Il Veneto potrebbe dilagare ma sbaglia anche un tiro libero e nell'ultimo giro di orologio il pressing della squadra di Defilippis non produce gli effetti sperati.

PUGLIA-MOLISE 4-4 (Juniores Maschile)

Dopo il convincente successo ottenuto ieri contro Bolzano, la Puglia deve provare a raccogliere altri tre punti per balzare in vetta al girone e mettersi alle spalle le altre pretendenti al passaggio del turno. L'avvio del match contro il Molise, però, non è affatto dei migliori. Esaurita la metà della prima frazione, il quintetto guidato in panchina da Saverio Mascolo subisce un gol che galvanizza il Molise. Il 2-0 non tarda infatti ad arrivare, e la reazione dei pugliesi si concretizza solo nella conclusione di Conte (Futsal Brindisi) al termine di una bella azione manovrata. La Puglia non molla e riesce ad accorciare le distanze con il solito Di Pietro (Gioco Calcio tra Amici), che raccoglie una corta respinta del portiere sulla conclusione potente di De Cataldo (Just Mola). Finisce così il primo tempo, senza ulteriori sussulti. La seconda frazione inizia esattamente com'era terminata la prima, con i pugliesi in avanti alla caccia del pareggio. Ed è ancora Di Pietro a impensierire l'estremo molisano con una conclusione potente che viene deviata in corner. Sugli sviluppi del calcio d'angolo stavolta Di Pietro non sbaglia, ristabilendo l'equilibrio in campo con una doppietta che vale oro. Il Molise non si lascia intimorire e sfiora il vantaggio colpendo una traversa, poi però passa subito dopo con un tapin sottomisura che beffa Casulli (Noci Calcio a 5). Staila (Golden Boys) colpisce il palo da due passi, mentre il Molise non sbaglia la punizione diretta e cala il poker. Conte non riesce ad accorciare il gap, fa peggio ancora De Cataldo a porta sguarnita in due clamorose occasioni. Dopo tanta insistenza i pugliesi passano con Abdeannabi (San Ferdinando 1942) e Russo (Golden Boys), fermando il tabellone sul 4-4 a 60" dalla fine. Nonostante il pressing finale il risultato non cambia, e la concomitante vittoria del Friuli su Bolzano taglia fuori la Puglia dalla fase successiva.

0 commenti:

Posta un commento