Calcio. Ranieri: "La Sampdoria mi è sempre stata simpatica e vicina a me"

GENOVA - "Devo ringraziare il presidente Ferrero che mi permette di allenare un club così prestigioso. Sono un tifoso della Roma ma la Sampdoria mi è sempre stata simpatica e vicina a me" ha dichiarato il nuovo tecnico della Sampdoria, Claudio Ranieri, nel giorno della sua presentazione ufficiale.

"Sono stato chiamato in una squadra ultima in classifica e sono venuto perché sono sicuro che questo non è il reale valore della Sampdoria. Sarò il garante dei tifosi, chi darà il massimo giocherà, gli altri aspetteranno. Sostituire nuovamente Di Francesco è bizzarro. Lo stimo tantissimo e spero non mi odi, gli auguro di trovare presto una squadra perché lo merita. Dovremo giocare da squadra e tutti i compagni hanno il dovere di aiutare il singolo: dovrò vedere la voglia di lottare, la voglia di restare in Serie A. Non sono venuto qua per far crescere i giovani o per far esaltare le caratteristiche del singolo, sono stato chiamato per salvare la Sampdoria e per questo dovremo trascinare il pubblico, facendo vedere ai nostri tifosi che non molleremo mai. L’ultima mia squadra è stata la Roma e
ricomincio la Roma, è un’altra bella cosa della mia carriera. Dovremo ridare fiducia e convinzione alla squadra, voglio che i miei giocatori non si arrendano mai. So accettare la sconfitta solo quando un’altra squadra ha dimostrato di essere più forte della mia, ma come voglia e determinazione nessuno dovrà batterci". 

0 commenti:

Posta un commento