Bari: occhio alla Casertana, prima del secondo posto

di NICOLA ZUCCARO - Superare lo 0-0 che decise il 18 dicembre 1983, e sempre in Serie C, il confronto con la Casertana. E' quel motivo in più che spingerà il Bari a chiudere il girone di andata con la quarta vittoria esterna di questo campionato, dopo quelle ottenute in casa del Bisceglie, della Paganese e del Rende? La risposta a questa domanda arriverà subito dopo il fischio di inizio fissato per le ore 17:30 di domenica 15 dicembre e affidato al sig. Francesco Meraviglia della Sezione di Pistoia (diresse Bari-Ternana 2-0 del 13 ottobre 2019) che dirigerà una gara tutt'altro che in discesa per i galletti.

Essi affronteranno una Casertana che, reduce dal successo del Liberati per 1-0 ai danni della Ternana, punterà al ritorno alla vittoria fra le mura amiche del "Pinto", dopo il pesante 3-1 subìto dalla Paganese, nell'incontro risalente al 1 dicembre. 

Un elemento sul quale, Vincenzo Vivarini, dovrà lavorare molto sul piano della preparazione mentale per una trasferta ugualmente insidiosa e della quale si dovranno ignorare anche gli 11 punti che separano i pugliesi dai campani. Una vittoria a Caserta, corrisponderà non solo al quarto successo esterno consecutivo, dopo quelli su Bisceglie, Paganese e Rende, ma anche ad un eventuale aggancio al Monopoli, attualmente secondo in classifica.

I biancoverdi, sempre alle 17:30 del 15 dicembre, saranno impegnati al Veneziani contro un Avellino in ripresa, a seguito del 3-1 inflitto alla Sicula Leonzio. La compagine siciliana sarà la prossima avversaria del Bari nella prima giornata di ritorno, nella gara che si disputerà al San Nicola, a partire dalle ore 15:00 di domenica 22 dicembre 2019. 

0 commenti:

Posta un commento