Visualizzazione post con etichetta Liga. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Liga. Mostra tutti i post

Liga, l'Atletico Madrid vince lo scudetto

(via Atletico Madrid Fb)

FRANCESCO LOIACONO
- Nella trentottesima e ultima giornata della Liga l’Atletico Madrid supera 2-1 in trasferta il Valladolid e vince lo scudetto con 86 punti. Per la squadra di Diego Simeone è l’undicesimo titolo. Nel primo tempo al 18’ passa in vantaggio il Villareal con Plano, tiro di destro. Nel secondo tempo al 12’ pareggia Correa, tiro di sinistro. Al 22’ Suarez con un tiro rasoterra realizza il gol decisivo per il successo dei colchoneros.

Il Real Madrid vince 2-1 in casa col Villareal e si classifica al secondo posto a 84 punti. Il Barcellona prevale 1-0 ad Eibar. Il Siviglia vince 1-0 in casa con l’Alaves e va in Champions League con l’Atletico Madrid il Real Madrid e il Barcellona. L’Elche si impone 2-0 in casa con l’Atletico Bilbao e si salva. L’Huesca pareggia 0-0 in casa col Valencia e retrocede in Serie B insieme all’Eibar e al Valladolid. Il Cadice pareggia 2-2 a Levante. Il Real Sociedad vince 1-0 a Osasuna e si qualifica per l’Europa League col Betis Siviglia che prevale 3-2 a Vigo col Celta. Il Granada pareggia 0-0 in casa col Getafe.

Dazn presenta 'Ronaldo - El presidente'

MILANO – DAZN annuncia un progetto di collaborazione triennale con la superstar del calcio brasiliano, Ronaldo Luís Nazário de Lima che, tra il 2021 e il 2023 porterà al lancio di tre serie originali, disponibili in tutto il mondo. Al centro del progetto, la storia di 'O Fenôinò' con immagini inedite e interviste esclusive a calciatori, allenatori, giornalisti e personaggi chiave del mondo dello sport che hanno fatto parte della vita e della carriera di Ronaldo.

La prima delle tre serie, “Ronaldo – El Presidente”, porta gli spettatori all’interno del mondo del Real Valladolid, di cui il Fenomeno è proprietario e presidente. Nel corso del primo episodio, Ronaldo dimostra di avere una grande attenzione per la squadra e di essere anche un vero e proprio compagno di avventure per i giovani calciatori e per i tifosi.

“Ronaldo rimane uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi, un’ispirazione per le nuove generazioni di sportivi. La sua storia straordinaria sarà raccontata agli appassionati di calcio in tutto il mondo grazie a DAZN”, ha affermato Ed McCarthy, Chief Operating Officer di DAZN. “Questa serie conferma ulteriormente il nostro impegno a creare contenuti originali di primo livello che portano i fan a tornare su DAZN per scoprirne le novità”.

"Questa per me rappresenta un'opportunità unica di raccontare la mia storia", ha dichiarato Ronaldo. "Nel corso della mia carriera, ho avuto la fortuna di collaborare con molti brand sportivi globali e sento che DAZN è il partner giusto per avvicinarmi ai fan di tutto il mondo".

La serie, suddivisa in sei episodi che saranno disponibili su DAZN con cadenza settimanale, racconta le sfide e i trionfi del Valladolid nella sua prima stagione in Liga, intervallata da narrazioni parallele che ripercorrono la carriera calcistica di Ronaldo. Tra i protagonisti, oltre al campione brasiliano, ex compagni di squadra del calibro di Roberto Carlos, Dida, Pep Guardiola, Boudewijn Zenden e Javier Zanetti.

Prodotto da Zoom Sport per DAZN, il primo episodio debutterà in piattaforma a livello globale giovedì 20 maggio.

Liga, l'Atletico Madrid vince in casa con l'Osasuna ed è primo in classifica

(via Atletico de Madrid Fb)
FRANCESCO LOIACONO - Nella trentasettesima e penultima giornata della Liga l’Atletico Madrid vince 2-1 in casa con l’Osasuna ed è primo con 83 punti. Nel secondo tempo al 30’ passa in vantaggio l’ Osasuna con Budimir di testa. Al 37’ pareggia Lodi, tiro di destro su cross di Felix. Al 43’ Suarez con un tiro di sinistro realizza il gol decisivo per l’Atletico Madrid. Resta in corsa per lo scudetto il Real Madrid, secondo a 81 punti. La squadra di Zidane supera 1-0 in trasferta l’Athletic Bilbao. Determinante la rete realizzata al 23’ del secondo tempo da Nacho, tiro di destro su passaggio di Casemiro. 

Il Barcellona perde 2-1 al “Nou Camp” col Celta Vigo. Il Siviglia è sconfitto 4-0 a Villareal ed è quarto a 74 punti con buone possibilità di qualificarsi per la Champions League. L’Alaves supera 4-2 in casa il Granada. Il Betis Siviglia prevale 1-0 in casa con l’ Huesca. In coda l’Elche vince 3-1 a Cadice e si rilancia nella corsa verso la salvezza. Il Getafe si impone 2-1 in casa col Levante ed è quartultimo con 37 punti. La Real Sociedad travolge 4-1 in casa il Valladolid e fa un passo in avanti importante in zona Europa League. Il Valencia vince 4-1 in casa con l’Eibar.

Nel weekend di Dazn Fiorentina-Lazio, Genoa-Sassuolo e i due big match decisivi per la corsa alla Liga


MILANO - Un weekend calcistico ricco di appuntamenti da non perdere è in arrivo su DAZN.

Sabato 8 maggio

La trentacinquesima giornata di Serie A TIM su DAZN si apre sabato 8 maggio alle 20:45 con l'incontro tra Fiorentina e Lazio.

Pre partita, in diretta dallo stadio Stadio Artemio Franchi di Firenze con Diletta Leotta e Massimo Donati.

Telecronaca: Pierluigi Pardo e Simone Tiribocchi

Dal campo: Federica Zille

Domenica 9 maggio

Alle 12:30 si affrontano Genoa e Sassuolo: chi conquisterà i 3 punti?

Telecronaca: Riccardo Mancini e Alessandro Budel

Alle 15:00 in campo Verona e Torino.

Pre partita, in diretta dallo Stadio Marcantonio Bentegodi di Verona con Giulia Mizzoni e Dario Marcolin.

Telecronaca: Edoardo Testoni e Roberto Cravero

Dal campo: Tommaso Turci

La piattaforma di streaming trasmetterà inoltre tutte le partite della trentasettesima giornata della Serie BKT.

Venerdì 7 maggio

Il turno si apre alle ore 14:00 con Salernitana - Empoli, fondamentale per il destino dei granata che puntano alla promozione diretta.

Telecronaca: Riccardo Mancini e Dario Marcolin

Dal campo: Francesco Puma

Alle 14:00 in campo anche Lecce e Reggina, un match chiave per il cammino dei pugliesi verso la Serie A.

Telecronaca: Ricky Buscaglia e Stefan Schwoch

Dal campo: Claudio Giambene

A chiudere la trentasettesima giornata della Serie BKT la partita tra Cosenza e Monza, in campo alle ore 14:00.

Telecronaca: Marco Calabresi


Per il calcio internazionale, che nel fine settimana su DAZN vedrà alcune delle migliori competizioni straniere, spicca:

LALIGA

Sabato 8 maggio

Alle 16:15 il big match tra Barcellona e Atletico Madrid: chi vince si prende la testa della classifica.

Telecronaca: Stefano Borghi e Federico Balzaretti

Dal campo: Edoardo Testoni

Domenica 9 maggio

Alle 21:00 altra super sfida tra Real Madrid e Siviglia, separate da soli 4 punti.

Telecronaca: Massimo Callegari

LIGUE 1

Domenica 9 maggio

Alle 21:00 Rennes - Paris Saint-Germain: la vittoria è l'unico risultato a disposizione per Neymar e compagni.

Telecronaca: Andrea Calogero

Real, Sergio Ramos positivo

MADRID — Il Real Madrid, tramite un comunicato ufficiale, ha annunciato la positività al Coronavirus di Sergio Ramos. Il difensore dei Blancos era già alle prese con un infortunio muscolare (ha giocato solo una delle ultime 12 giornate di Liga).

Altri due positivo nell'Atletico

MADRID — Altri positivi nell’Atletico Madrid: sono Lamar e Herrera, salteranno la sfida di stasera contro il Celta Vigo. Questi due casi si aggiungono a quelli di Carrasco, Hermoso, Joao Felix e Dembelé, anche se i primi due potrebbero essere disponibili in extremis visto che oggi terminano i dieci giorni di isolamento.

Atletico, positivo anche Dembelè


MADRID — Aumenta il numero dei contagiati dell'Atletico Madrid. Dopo Mario Hermoso, Yannick Carrasco e Joao Felix, il club di Diego Simeone deve registrare anche quella di Moussa Dembélé. Il giocatore si è sottoposto al tampone raccomandato dalla Liga dopo i primi contagiati ed è risultato positivo. L'attaccante è subito stato posto in isolamento e segue le indicazioni delle autorità sanitarie e del procollo della Liga. L'ipotesi focolaio Atletico si fa sempre più concreta.

Atletico Madrid: positivo Joao Felix

(Eurosport)
MADRID — Brutte notizie per il 'Cholo' Simeone. Il suo Atletico Madrid, primo nella Liga, perde infatti Joao Félix, risultato positivo al Covid. L'annuncio è stato dato dal club su Twitter, in un messaggio in cui si specifica che "l'attaccante è in isolamento nel suo domicilio, nel pieno rispetto delle norme delle autorità sanitarie e del protocollo della Liga". Oltre a Joao Felix, erano già risultati positivi Mario Hermoso e Yannick Carrasco. Si teme l'inizio di un focolaio.

Positivo il presidente del Real Florentino Perez

(Efe)
MADRID — Il Real Madrid ha comunicato che anche il presidente Florentino Pérez è risultato positivo al Covid. Al momento è asintomatico.

Barcellona, positivo Sergi Roberto

(Reuters)
BARCELLONA — Il difensore del Barcellona Sergi Roberto è risultato positivo al Covid-19. Lo ha annunciato il club. Il 28enne sta “così bene” da essere isolato a casa. Sergi Roberto sarà comunque assente dal Barca per i prossimi due mesi, dopo uno strappo alla coscia rimediato nella sfida con l’Atletico della scorsa settimana.

Suarez, presunta truffa per la cittadinanza: indagati vertici università

PIERO CHIMENTI - La Guardia di Finanza di Perugia starebbe indagando sull'esame di italiano sostenuto da Luis Suarez presso l'Università degli Stranieri per ottenere il certificato che attesti la conoscenza della lingua italiana B1, utile per il riconoscimento della cittadinanza italiana. Secondo il magistrato Cantone, la commissione si sarebbe preventivamente accordata con il calciatore, che non risulta indagato, sugli argomenti, con il punteggio attribuito prima della prova stessa. Sono stati notificati agli indagati avvisi di garanzia per rivelazione di segreti d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e altro, con l'Università per stranieri che respinge le accuse certa che la verità verrà fuori.

700 volte Messi: nuovo record per la pulce


PIERO CHIMENTI -  Leo Messi ha stabilito un nuovo record nell'ultimo turno di campionato contro l'Atletico Madrid, realizzando su rigore il suo 700° gol in carriera tra Barcellona ed Argentina. Con la maglia blaugrana del Barcellona, ha realizzato 441 reti in Liga e 114 in Champions, con il Siviglia sua 'vittima designata' con 37 reti. La Pulce, nella sua corsa nei record, risulta essere il miglior realizzatore di triplette, ben 36, superando il suo rivale di sempre Cr7 fermo a 34.

Spagna: la Liga riprende l'11 giugno


FRANCESCO LOIACONO - In Spagna, la Liga, il Campionato di Serie A, riprende l’11 Giugno col derby di Siviglia tra il Siviglia e il Betis, dopo lo stop per il Covid 19. Lo ha deciso il Consiglio Superiore dello Sport Spagnolo. La Liga terminerà il 19 Luglio. Ci saranno tre orari per le partite. Si giocherà alle 17,30, 19,30 e 22. Le ultime due giornate si disputeranno in contemporanea. Le partite si svolgeranno a porte chiuse, senza spettatori, per evitare il sovraffollamento, e i possibili contagi del Coronavirus.

Soddisfatto il Presidente della Liga Javier Tebas. Sarà osservato in modo rigido il protocollo sanitario. Il Real Madrid e il Barcellona, sono le due squadre in corsa per vincere lo scudetto, nelle undici giornate che rimangono per finire la Liga. Nella prossima stagione, la Liga inizierà il 12 Settembre. Da decidere se ci saranno o no i ritiri precampionato prima del 12 Settembre, oppure se le squadre avranno dei periodi di vacanza, per riprendere poi gli allenamenti in sede, evitando di effettuare la preparazione nei ritiri.

Spagna: la Liga riprenderà l'8 giugno


FRANCESCO LOIACONO - In Spagna la Liga, il Campionato di calcio di Serie A, riprenderà l’8 Giugno dopo lo stop per il Covid 19. C’è l’ok del governo spagnolo. Il premier Pedro Sanchez ha dichiarato:” La Spagna ha fatto ciò che si doveva fare, il calcio ha enorme seguito tra la gente, e può riprendere”. Ha detto il presidente della Liga  Javier Tebas:”Siamo molto contenti, è importante seguire le norme sanitarie”. Si giocherà tutti i giorni, probabili se sarà necessario, anche dei turni infrasettimanali.

La stagione potrebbe terminare entro il 29 Luglio. Quasi sicuramente per evitare il caldo, si dovrebbe giocare in tre fasce orarie, le 18, le 20 e le 23. Sarà osservato un rigido protocollo sanitario, per tutelare la salute di calciatori, allenatori e giornalisti. Le partite si disputeranno a porte chiuse, senza spettatori, per evitare i possibili contagi del Coronavirus. Gli allenamenti individuali sono iniziati da due settimane.  Sono ripresi da due giorni gli allenamenti di gruppo delle squadre.

Spagna: due calciatori della Liga positivi al Covid-19

(Pixabay)
FRANCESCO LOIACONO - In Spagna, nella Liga, due calciatori sono risultati positivi al Covid 19. Sono il portiere della Real Sociedad Edad Remiro e il centrocampista Yangel Herrera del Granada. Stanno bene e sono asintomatici. Si trovano in quarantena a casa, dove rimarranno per quattordici giorni. Saranno seguiti ogni giorno dai medici.

Nella Liga le squadre riprenderanno ad allenarsi in modo individuale fra qualche giorno nei centri sportivi. Gli allenamenti di gruppo potrebbero iniziare forse il 18 Maggio. La Liga è sospesa da Marzo per l’emergenza Coronavirus.

Il torneo riprenderà, se sarà possibile, a porte chiuse. Serve l’ok del Governo spagnolo. Le squadre dovranno rispettare un rigidissimo protocollo sanitario. La Liga, se gli sviluppi del Covid-19 lo consentiranno, potrebbe riprendere alla metà o alla fine di Giugno.

Covid-19: Tebas, "la Liga e la Serie A possono ripartire"

FRANCESCO LOIACONO - Il presidente della Liga, la Lega di Serie A di calcio della Spagna, Javier Tebas ha dichiarato: ”La Serie A in Italia e la Liga possono ripartire. Il presidente della Figc Gabriele Gravina ha un grande senso di responsabilità. E’ consapevole della gravità della situazione per il Covid 19 e dei problemi sanitari. Il vero rischio per l’Italia se non si dovesse riprendere è una pandemia finanziaria. Il protocollo sanitario elaborato in Spagna e in Italia è eccellente e consente ai calciatori, ai tecnici delle squadre e ai dipendenti delle società di lavorare con tranquillità, non ci sono rischi per la salute, con questo protocollo si può ripartire”.

Ha continuato Tebas: ”In Ligue One in Francia sono stati precipitosi nell’annullare il Campionato di Serie A. Non si può paragonare la Ligue One alla Liga Spagnola o alla Serie A Italiana. Non può finire allo stesso modo, i francesi a differenza della Spagna e dell’Italia, erano in ritardo col protocollo sanitario. Un calciatore che rispetta in Italia e in Spagna il protocollo negli allenamenti non rischia per la salute”.

Da decidere la data ufficiale della ripresa dei tornei in Italia e in Spagna. La stabiliranno i Governi, ma dipenderà dagli sviluppi del Covid 19. Sia in Italia che in Spagna si punta a riprendere a giugno.

Coronavirus, il Barcellona riduce del 70% lo stipendio dei calciatori



di FRANCESCO LOIACONO - Il Barcellona ha comunicato di aver raggiunto con i propri calciatori l’accordo per la riduzione degli stipendi per l’emergenza Coronavirus. Gli ingaggi saranno ridotti del 70% da Marzo, cioè da questo mese, sino a quando terminerà lo stato di crisi in Spagna dovuto al Covid 19. 

Questo consentirà alla società spagnola di risparmiare diversi milioni di Euro e di pagare anche il 100% dei salari al personale non sportivo del Barcellona. Il capitano dei blaugrana Leo Messi e i suoi compagni di squadra, però, se il campionato di Serie A della Spagna che è sospeso fino al 3 Aprile dovesse riprendere presto, dovranno trovare con la società altri accordi per tornare a percepire l’intero stipendio.

Nella Serie A di calcio della Spagna dopo 27 giornate il Barcellona è primo in classifica con 58 punti. Resta in corsa verso lo scudetto il Real Madrid, che è secondo a 56 punti.

Luis Enrique piange la sua Xana

di PIERO CHIMENTI - Xana, la figlia di Luis Enrique, dopo aver lottato per 5 mesi, non ce l'ha fatta a sconfiggere il tumore osseo che l'ha portata via a soli 9 anni. A comunicare la tragica notizia è lo stesso ex allenatore del Barcellona, che nel suo post su Twitter, oltre a lasciare un commovente messaggio per la figlia, ha voluto ringraziare il personale medico degli ospedali di San Joan de Deu e San Pau, che avevano in cura la piccola.

Un altro infortunio per Messi: a rischio l'esordio in Champions

di PIERO CHIMENTI - Leo Messi, dopo l'infortunio al polpaccio accusato ad agosto durante la preparazione col Barcellona che gli aveva fatto saltare la prima giornata di campionato, avrebbe accusato una ricaduta che lo terrà lontano dai campi spagnoli un altro mesi facendogli saltare così i primi due impegni di Champions League.

Quali sono le migliori squadre del campionato spagnolo di calcio?

Il calcio spagnolo è una delle competizioni più seguite e preferite dal pubblico sportivo europeo ed internazionale. Il livello che questo sport raggiunge in questi casi è davvero straordinario. Si pensi solo al fatto che, negli ultimi 10 anni, 6 volte la coppa è stata vinta da una squadra spagnola. La Spagna, inoltre, è la nazione con più Champions League vinte nel corso della sua storia, 18 per l’esattezza, oltre che 29 finali raggiunte. I giocatori che militano in questo campionato sono superstar mondiali, diventate icone del calcio mondiale non solo spagnolo od europeo. I poli di dominio di questo campionato sono variegati e sempre in lizza per la vittoria finale. Tra di questi troviamo: Real Madrid, Barcellona, Atletico Madrid e Valencia.

Barcellona

La squadra che tutti fanno coincidere con il calcio spagnolo è il Barcellona. Da sempre, infatti, la squadra del capoluogo catalano è una vera e propria fucina di talenti e di supercampioni, un terreno di gioco importante che getta nella leggenda chiunque si avvicini al blu - granada della divisa della squadra. La superstar del calcio Lionel Messi è un emblema del Barcellona, un idolo per tutti i tifosi del calcio ed un alieno per tutti coloro che vogliono imitarlo. Inutile dire che si tratta anche di una piaga per tutti gli avversari. Un giocatore che, a 32 anni suonati, riesce a mettere a segno 36 goal in una stagione staccando il secondo classificato di ben 15 reti. Insomma, un vero e proprio extra - terrestre legato al mondo del Barcellona da un contratto che lo rende uno dei giocatori più valutati al mondo. Ma non solo Messi, se si resta ai tempi moderni senza scavare nel passato glorioso di questa squadra, altri giocatori hanno reso grande il nome del Barca. Tra questi Luis Suarez, altro attaccante assieme a Messi, anni fa era Neymar a completare il trio d’oro. Tra gli eroi di questa squadra, anche un signor nessuno come Ronaldinho ha vestito la maglia del Barcellona.

Real Madrid

Considerata come l’acerrima rivale dei blu - granada, la squadra dei blancos è il club più vincente nella storia della Liga spagnola. Con 33 titoli di Spagna e 13 Champions League, il Real Madrid è la squadra più titolata in Spagna ed in Europa per quanto riguarda il campionato e le competizioni internazionali. Del resto, il Real Madrid è sempre stata la squadra trainante lo sport della capitale spagnola. L’addio di Cristiano Ronaldo ha segnato una linea netta di demarcazione tra quello che era il Real prima e dopo di CR7. Luka Modric, tuttavia, sembra aver preso il posto del fuoriclasse portoghese “strappandogli” anche il pallone d’oro da sempre conteso tra Ronaldo e Messi. Tra le curiosità il Real Madrid è divenuto famoso durante il periodo della dittatura franchista per essere il club preferito da Francisco Franco. Alcune voci smentiscono tutto ciò mentre altre le confermano, si sa solo che i risultati dei match tra le big di Spagna di quegli anni furono compressi da ingenti presenze politiche all’interno.

Atletico Madrid

Terzo polo di leadership in Spagna è quello offerto dall’Atletico Madrid. L’altra squadra della capitale è sempre stata presente nella top 3 del campionato spagnolo tranne qualche exploit di risultati straordinari come la conquista della Supercoppa UEFA nel 2018. Battendo, tra l’altro, proprio il Real Madrid dell’era post - Cristiano Ronaldo. La scoperta della squadra madrilena è stata un terreno fertile per molti giovani che hanno voluto crescere in un club diverso dalle due supercampionesse. La difesa dell’Atletico, vista come invalicabile, è, attualmente, la migliore del campionato spagnolo.