Tennis. Serie B: il CT Brindisi surclassa Margine Rosso. Martedì 30 maggio 2017 l'ufficialità dei playoff

BRINDISI - Il cuore batte forte. È una vittoria più emozionante del solito quella che, anche se ufficiosamente, vale un biglietto per la...

Tennis. Serie B: il CT Brindisi surclassa Margine Rosso. Martedì 30 maggio 2017 l'ufficialità dei playoff

BRINDISI - Il cuore batte forte. È una vittoria più emozionante del solito quella che, anche se ufficiosamente, vale un biglietto per la poule promozione. Successo casalingo per i ragazzi del Circolo Tennis Brindisi che domenica 28 maggio 2017, nella settima giornata, nonché l’ultima della fase a giorni del Campionato Nazionale a Squadre di Serie B Maschile, si sono imposti per 5 a 1 sulla formazione del Nuovo Tennis Club Margine Rosso (Cagliari). Un risultato importante per i padroni di casa che attualmente a pari punti con Roma (che ha vinto in casa con Aci Castello, ndr) e San Colombano al Lambro son riusciti per differenza di incontri vinti e persi a superare i milanesi e a posizionarsi terzi per l’accesso alla fase playoff (ufficiale solo nella giornata di domani, dopo una apposita riunione in Federazione per la valutazione di tutte le gare e il conteggio dei punti, ndr) dietro gli avversari della Capitale che hanno confermato la seconda posizione. 

Sei gli incontri disputati (4 singolari e 2 doppi), cinque vinti e uno perso dai biancazzurri che, con grinta e determinazione, hanno messo in campo uno spettacolo di tennis avvincente fino all’ultima palla.

Nei singolari: Omar Brigida (Brindisi, cat. 2.6) ha battuto Alessandro Biscardini (Margine Rosso, cat. 2.8) 6-2/6-2; Gian Marco Saccone (Brindisi, cat. 2.6) ha battuto Andrea Columbano (Margine Rosso, cat. 3.3) 6-0/6-0; Matteo Giangrande (Brindisi, cat. 2.5) è stato sconfitto da Antonio Zucca (Margine Rosso, cat. 2.3) 6-3/6-4; Matteo De Vincentis (Brindisi, cat. 2.4) ha battuto Manuel Mazzella (Margine Rosso, cat. 2.2) 4-6/7-6/6-4.

Nei doppi: De Vincentis/Brigida (Brindisi, cat. 2.4 e 2.6) hanno battuto Mazzella/Biscardini (Margine Rosso, cat. 2.2 e 2.8) 7-6/6-3; Giangrande/Saccone (Brindisi, cat. 2.5 e 2.6) hanno battuto Zucca/Columbano (Margine Rosso, cat. 2.3 e 3.3) 6-4/6-3.

"È stata una gara lunga e sofferta" ha affermato nel post gara Vito Tarlo, capitano del C.T. Brindisi "al termine della quale abbiamo strappato uno straordinario 5 a 1, che per una serie di combinazioni e calcoli dei vari punteggi ci consente di blindare il terzo posto in classifica accendendo ai playoff, avanti a San Colombano (che al quarto posto accede ai playout, ndr) e dietro Roma. Certo, tutto sarà ufficiale martedì (domani per chi legge, ndr), quando in Federazione rileggeranno la classifica esaminando nel dettaglio tutte le gare, ma intanto siamo molto contenti del risultato ottenuto, ancor più perché arrivati fin qui siamo comunque automaticamente salvi. Sono contento dei ragazzi che hanno dato tutti prova di grande forza e determinazione. In particolar modo De Vincentis che è riuscito a portare a casa un match tiratissimo, riuscendo ad annullare un match point. Adesso ci godiamo il successo, pronti per la prossima fase".

Domenica 4 giugno 2017 prima gara della fase playoff per i biancazzurri che affronteranno in trasferta la squadra seconda classificata del girone 4.

Rugby: a Otranto vince il Rugby Club Granata

OTRANTO - Il Balnearea Beach, in località Alimini ad Otranto, ospita il secondo appuntamento della stagione con il Magna Grecia Beach Rugby Cup e il Campionato Italiano della LIBR. In riva all’Adriatico sono attese 8 formazioni. Danno il via alla giornata “Le Tarantate” del Salento Rugby che affrontano e si impongono su “Le Squalacce” dei Salento Sharks nella prima partite del torneo femminile.

Per il Torneo maschile invece le squadre sono così suddivise: Poule A con Sud-Est di Trepuzzi, vincitori dell’ultima tappa, Salento Rugby e Murgia Marines; mentre nella Poule B troviamo il Rugby Club Granata, i Draghi BAT e i Salento Sharks. Il Salento, nella prima partita di girone, vince e convince battendo 6 a 3 i Sud-Est mentre il Granata viene battuto dai Draghi BAT 4 a 7, che avrà vita facile anche con gli Sharks concedendo al Granata solo il secondo posto.

Nel Girone A perde sorprendentemente il Sud-Est Beach Rugby; il Murgia Marines, che batte 4 a 2 i trepuzzini, si classificherà al secondo posto di girone dopo la sconfitta di misura (6-5 ndr). Stesso leit-motiv nel girone A dove i Draghi si classificano in testa battendo Granata e Sharks.

Il girone femminile, giocato al meglio di 3 partite, vede “Le Squalacce” rimontare e battere le Tarantate con i punteggi di 3-5, 4-2 e 5-2. Nelle semifinali Granata e Murgia hanno ragione di Salento e Draghi BAT che, in una riedizione della scorsa tappa, affrontano il Salento Rugby e giungono al quarto posto. Nella Finale, giocata colpo su colpo, la spunta il Granata che, seppur priva di Cuscito per un rosso sventolatogli in faccia nel secondo tempo batte 5 a 1 la selezione del Murgia Marines.

Prossimo appuntamento il 2 e 3 giugno presso il Lido Onda Marina di Torre San Giovanni.

Formula Uno: a Montecarlo doppietta Ferrari con Vettel e Raikkonen

MONACO - Al Gp di Montecarlo è il trionfo della Ferrari con la doppietta firmata Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. L'ultima volta era accaduto sedici anni fa con Michael Schumacker e Rubens Barrichello. Una giornata fantastica per la scuderia di Maranello, visto che Vettel si porta a +25 su Hamilton nella classifica piloti e il team balza in testa in quella dei costruttori. Una gara, come sempre accade su questa pista, che non è stata decisa dai sorpassi in pista ma dalla strategia.

E' stato bravo Sebastian Vettel e lo hanno capito tutti, che è riuscito a sfruttare l'unico momento topico della gara. Quando Raikkonen è rientrato ai box, infatti, Vettel ha deciso di restare in pista per sfruttare al massimo quello che le gomme avevano ancora da dare, ha spinto per tre giri e questo gli ha consentito di tornare in pista davanti al compagno di squadra dopo il pit stop. Una volta davanti il tedesco è riuscito a controllare senza troppi problemi e anche dopo l'incidente di Wehrlein e l'ingresso della Safety Car ha mantenuto il comando della corsa. 


Calcio. Serie A: la Roma saluta Totti e ritorna in Champions League, si salva il Crotone

Totti saluta e la sua Roma stacca il biglietto per la prossima Champions League. Il secondo posto che assicura l'accesso diretto alla fase a gironi resta ai giallorossi che, seppur a fatica, piegano il Genoa 3-2 e respingono l'assalto del Napoli.

A Marassi, intanto, il Napoli travolge 4-2 la Sampdoria e sogna il sorpasso: Mertens, Insigne, Hamsik e Callejon affondano i blucerchiati (in gol con Quagliarella e Alvarez) ma al 90' Perotti punisce la sua vecchia squadra e firma il 3-2 che vale la Champions, relegando i partenopei ai play-off. A Roma può iniziare così la festa, da un lato per il ritorno nell'Europa che conta e dall'altro per rendere omaggio a uno dei più grandi di sempre.

"Mi piace pensare che la mia carriera diventi una favola da raccontare, ora e' finita veramente" ha dichiarato Totti salutando i tifosi all'Olimpico "mi levo la maglia per l'ultima volta e la piego bene, anche se forse non sarò mai pronto a dire basta. Nascere romani e romanisti è un privilegio, fare il capitano di questa squadra è stato un onore, siete e sarete sempre nella mia vita. Smetterò di emozionarvi con i piedi ma il mio cuore sarà sempre lì con voi. Ora scendo le scale, entro nello spogliatoio, che mi ha accolto che ero un bambino e che lascio adesso che sono un uomo. Sono orgoglioso e felice di avervi dato 28 anni di amore. Vi amo".

Final Days di Puglia: basket giovanile in festa al Cus di Bari

Oltre mille presenze fra cestisti ed accompagnatori venuti da ogni parte della regione, otto titoli assegnati, quattro campi per tutte le fasce d’età. Potenza dei Final Days organizzati da Fip Puglia al Centro Universitario Sportivo di Bari, che da venerdì a domenica hanno riunito le promesse del basket di Puglia dai 9 ai 20 anni.
Ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione Nuova Pallacanestro Monteroni (U20), New Basket Barletta (U18 Gold), Angel Manfredonia (U16 Gold), Virtus Taranto (U15 Gold), Basket Francavilla (U14 Gold), New Virtus Mesagne (U14 Silver) e Nuova Matteotti Corato (U13 Gold), quest’ultima vittoriosa sul campo all’aperto appositamente allestito per l’occasione. 
Nella finale U14 femminile festeggia invece Volorosa Brindisi, qualificatasi per le finali nazionali di Bormio con la benedizione della vice presidente Fip Mara Invernizzi, madrina d’eccezione della giornata inaugurale: “Un evento baciato dal sole di Puglia – ha osservato la 38enne dirigente federale – Lo spettacolo del 3 contro 3 fronte mare è il manifesto di come la pallacanestro possa essere praticata ovunque e per tutto l’anno, in una regione come la Puglia”.
Già, perché i Final Days ha anche battezzato il 3x3, disciplina di prossima investitura olimpica, con quattro tornei giovanili che hanno proiettato alla fase nazionale Virtus Foggia e I Delfini Monopoli in under 17, e New Basket Brindisi e Pink Bari in under 15. Con il sole di Puglia a splendere sui coloratissimi campi omologati Fiba ed il mare a pochi metri: “Uno spettacolo nello spettacolo – sottolinea Margaret Gonnella, presidente Fip Puglia – Abbiamo compiuto un grande sforzo organizzativo in sinergia con il Cus Bari del presidente Seccia, in previsione dell’istituzione del Centro Tecnico Federale per il Centro-Sud. E a giudicare dal gradimento delle società, possiamo dire che ne è valsa la pena”. 
A completare la tre giorni barese, un clinic per allenatori con novanta tecnici partecipanti (relatori Consoli, Cottignoli e Maffezzoli), il Jamboree minibasket per Aquilotti e Gazzelle e la settima edizione del memorial studentesco “Maurizio Recchia”, vinto dall’I.I.S.S. Giulio Cesare di Bari. In campo anche i master con il torneo “Vito Giuliani”: il successo è andato alla nazionale italiana over 45. 

Finali Final Days
U20 maschile Nuova Pallacanestro Monteroni-Basket Francavilla 83-74
U18 Gold maschile New Basket Barletta-Valentino Castellaneta 59-48
U16 Gold maschile Basket “Giuseppe Angel” Manfredonia-Nuova Pallacanestro Monteroni 68-61
U15 Gold maschile Virtus Taranto-Mens Sana Mesagne 71-65 dts
U14 femminile VoloRosa Basket Brindisi-La Scuola di Basket Lecce 66-39
U14 Gold maschile Basket Francavilla-Nuova Pallacanestro Monteroni 72-40
U13 Gold maschile Mens Sana Mesagne-Nuova Pallacanestro Corato 17-44
U14 Silver maschile Udas Cerignola-New Virtus Mesagne 30-46

3x3
U17 maschile Virtus Foggia
U17 femminile I Delfini Monopoli
U15 maschile New Basket Brindisi
U15 femminile Pink Bari

Canottaggio. Il barese Domenico Montrone è campione d'Europa

RACICE - Una grande Italia del canottaggio  parla barese a Racice. Partenza decisa e convinta della formazione italiana che nella finalissima dei Campionati Europei di Racice in Repubblica ceca,  si porta in testa e con quarantacinque colpi impone il proprio ritmo agli avversari con la Francia e Russia a inseguire, mentre l’Olanda inavvertitamente prende un fragoroso embardee che frena la barca. Al passaggio dei 500 metri l'armo azzurro è primo tallonato sempre dai transalpini e dalla Russia. Ma l’Italia di Montrone e compagni aumenta il ritmo e sfila quasi una barca a metà gara alla Romania che nel frattempo aveva superato la Francia. Una gara durissima che non lascia spazi ad errori, ma gli azzurri sono troppo carichi e motivati per cedere spazio agli avversari e ai 1400 metri hanno una barca di vantaggio sugli inseguitori. Al passaggio dei 1500 metri ancora la barca azzurra al comando seguita a poco meno di tre secondi dalla Romania che non cede ma deve stare attenta al ritorno della Russia che non molla un colpo. Sul finale l’Italia è inarrestabile e nonostante la Romania tenti l’assalto sul traguardo superando la barca russa, l’Italia di Domenico Montrone ( Fiamme Gialle), Matteo Castaldo (RYC Savoia), Giovanni Abagnale – (Marina Militare) e Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), è nettamente prima e vince da leader il titolo di Campione d’Europa con grande autorevolezza seguita sul podio da Romania e Russia.

Domenico Montrone (Fiamme  Gialle) barese capovoga e studente universitario dell’università degli studi di Bari  Aldo Moro è euforico “Siamo partiti bene, ed era importante perché si prospettava una finale difficile. Sul passo non siamo stati sempre puliti, ma siamo stati bravi a mantenere il giro della barca e la velocità. Siamo insieme da poco, la barca per adesso è questa e ci godiamo questo risultato, ma possiamo e dobbiamo ancora migliorare. Ho controllato la gara, pensando di imporci come veri leader e così è stato. Una vittoria che dedico alla mia famiglia, mio padre e mia madre, che con i miei zii sono venuti sin qua per sostenermi. L’obbiettivo ora, è dopo qualche giorno di riposo, prepararsi bene in vista delle gare di quest’anno, il mondiale è molto lontano e dobbiamo prepararci sin d’ora a questa competizione importantissima che si svolgerà in Florida. Ringrazio tutti coloro che con i messaggi di affetto mi hanno incoraggiato anche sulla mia pagina social”.

Se l’Italia dei canottieri festeggia il campione azzurro, la sua città, l’Università Aldo Moro e il CUS barese, che hanno seguito con grande attenzione e ansia queste tre giornate di gare, sorridono per ben due studenti atleti saliti sul podio .Oltre a Domenico Montrone  agli Europei ha partecipato ed è salito sul podio conquistando nel 4 di coppia Senior con la batteria,  il bronzo,  anche l’altro studente universitario barese Emanuele Fiume( Fiamme   Gialle- Pro Monopoli) “Eravamo già convinti di poter far bene e di poterci giocare la medaglia, l’importante era restare nel gruppo, lo abbiamo fatto e poi abbiamo dato tutto in chiusura. La barca è andata bene da subito, siamo molto giovani e questo per noi è un libro da scrivere, siamo solo all’introduzione. Grazie a Romano, che per noi è stato un padre; dedico la medaglia alla mia famiglia e alle Fiamme Gialle”.

HBari2003: manifestazione conclusiva di una strepitosa stagione agonistica

a cura di MARINA BASILE - L’Associazione Sportiva e Sociale HBARI 2003 – ONLUS, come ormai tradizione, il giorno 30 maggio alle ore 18,00,  presso l’Hotel Excelsior, 15 a Bari l’HBari insieme all’associazione Volare più in alto e alle tante altre associazioni che hanno aderito al progetto sportivo e sociale delle attività 2016/2017 fanno conoscere alla cittadinanza la squadra di basket dei ragazzi con disabilità intellettiva-mentale e la squadra di basket in carrozzina che ha giocato quest’anno uno splendido campionato, caratterizzato da grandi risultati, non solo a livello sociale, ma a anche a soprattutto a livello sportivo, con il raggiungimento dei playoff.

Come ogni anno le due associazioni che si dimostrano realmente attive, efficienti e vincenti nel settore sociale e in quello sportivo, hanno il desiderio di ringraziare tutti coloro che hanno aderito, sostenuto e aiutato il gruppo ad affrontare le loro importanti attività: il Presidente della Fondazione Puglia, Castorani e tutte le aziende che da anni sostengono i loro progetti afavore dei più deboli, la Ferrotranviaria spa, la Ubi Banca, l’ortopedia Rizzoli, la Promomedia e la Sicme Spa..

Fra gli invitati della serata il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano; Il Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, Dr. Mario LOizzo;  il Sindaco di Bari, Antonio Decaro;  l’Assessore allo sport della Regione Puglia, Raffaele Piemontese; l’Assessore all’agricoltura Leo Di Gioia, il Presidente nazionale di Penelope e Gens Nova, Antonio Maria Lascala; il Presidente Provinciale del CSI Serafina Grandolfo,   Giuseppe Pinto, Presidente del CIP Puglia; Enrico Presicci,  Giuseppe Vatinno, segretario regionale della UIL Fpl, IL direttore Regionale INAIL, D.ssa Fabiola Ficola, presidente del gruppo ultras LabariAlè e tutti i sostenitori che ormai da molti anni sposano i progetti e le iniziative della HBari2003.

Il Presidente Romito si augura che almeno in questa occasione il Sindaco dei Sindaci possa intervenire alla manifestazione perchè vuole mostrargli dal vivo quello che l’HBari e l’associazione Volare più in alto riescono a realizzare sul territorio barese. Questa potrebbe rappresentare l’occasione affinché Antonio Decaro possa rendersi conto delle “buone prassi” messe in piedi dalle due associazioni; “buone prassi” che si traducono in una notevole riduzione di costi per la salute, di solito a carico dell’intera collettività,  “buone prassi” che il primo cittadino potrebbe anche condividere con altri sindaci dell’intera area metropolitana facendo passare il messaggio che lo sport è salute  e che l’HBari si sforza di realizzarlo attraverso le sue attività nella città di Bari.

Romito mette in luce che: “la vera forza di una squadra è nel gruppo e non nel singolo. Il successo della HBari non solo opera dei suoi fantastici atleti, ma  è stato reso possibile grazie all'attività dei volontari, dei  finanziatori e dei tifosi”.

Romito, destinerà  un messaggio di ringraziamento alle redazioni giornaliste della Puglia che hanno condiviso con noi anche quest'anno sportivo 2016-2017.

A questa fantastica realtà non ci resta che rivolgere un augurio: che il gruppo resti compatto anche nel futuro perché “squadra che vince non si cambia”, al massimo si integra.

Nel corso della serata, presentata da Marina Basile, si procederà alle premiazioni di tutti gli artefici del successo: è pertanto  gradita una massiccia partecipazione da parte della cittadinanza per ricordare che “lo sport è salute, integrazione e strumento attraverso il quale delegare al corpo alcune delle più elevate virtù dell’animo”.